Va bene almeno per la balneablità delle spiagge sul lago di Garda.

Bollettino della balneabilità: al Benaco una buona pagella

Di Luca Delpozzo
m.to.

Va bene almeno per la bal­ne­ablità delle spi­agge sul lago di Gar­da. Sulle 52 spi­agge nor­mal­mente con­trol­late ogni quindi­ci giorni dal­l’Asl di Bres­cia, restano tabù sem­pre le solite tre local­ità: Bre­ma di Sirmione; Por­to Garu­ti e San­ta Giu­lia a Padenghe. Sono, infat­ti, quelle che indos­sano la maglia nera sin dal­l’inizio del­la sta­gione tur­is­ti­ca e rester­an­no tali fino al ter­mine, per­ché a dec­re­tar­lo è sta­ta la sul­la base di una serie di para­metri elab­o­rati durante lo scor­so anno. Ci sono, inoltre, un paio di novità asso­lu­ta­mente pos­i­tive: Desen­zano e Salò. Le due cit­ta­dine ave­vano avu­to sem­pre dei guai gli scor­si anni: una o due spi­agge fini­vano imman­ca­bil­mente nel libro nero. In questo scor­cio d’es­tate, invece, tut­to sem­bra pro­cedere lis­cio. Final­mente, una mag­giore atten­zione dei Comu­ni, uni­ta al buon lavoro del­l’Azien­da Gar­da Uno e dei suoi bat­tel­li-spazz­i­no, han­no per ora avu­to ragione del­la sfor­tu­na che pare­va accanir­si su entrambe le local­ità. Da anno­tare infine una con­fer­ma: quel­la del­l’al­to lago. Da Mader­no a Limone, la è sal­da­mente issa­ta da diver­si anni.