L'album degli ospiti illustri è leggendario

Brandt, Ciampi e tanti «vip»

15/06/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Anche esclu­den­do le pre­sen­ze illus­tri del pas­sato, soprat­tut­to il filoso­fo tedesco Friedrich Niet­zsche ver­so il 1880, l’Ho­tel Du Lac può con­tare su una serie notev­ole di pre­sen­ze eccel­len­ti nel­l’ul­ti­mo cinquan­ten­nio, con­trasseg­na­to dal­la ges­tione Zon­ti­ni. Il Can­cel­liere tedesco Willy Brandt, il pri­mo min­istro del Giap­pone Naka­sone, il car­di­nal Car­lo Maria Mar­ti­ni, ma anche espo­nen­ti del­l’arte e del­lo spet­ta­co­lo e del­la moda, come Ottavio Mis­soni, Vit­to­rio Gassman e Tina Turn­er, sono alcu­ni dei per­son­ag­gi che han­no sog­gior­na­to nelle stanze del Du Lac. Di recente, un paio di anni fa, era sta­to lo stes­so pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Ciampi a fare una sos­ta all’al­ber­go durante la sua visi­ta in Regione in occa­sione del­l’aper­tu­ra del­la Garde­sana. Una lista lun­ga, des­ti­na­ta ad arric­chir­si di nuovi nomi di pres­ti­gio, vis­to che il Du Lac è sta­to prescel­to come sede logis­ti­ca per l’ospi­tal­ità delle del­egazioni dei 25 Min­istri degli esteri del­la Comu­nità Eco­nom­i­ca euro­pea, allarga­ta per la pri­ma vol­ta anche ai nuovi dieci Pae­si che ne faran­no parte a pieno tito­lo a breve.