Il giallo piace anche a tavola. A cena con i protagonisti dei romanzi di Agata Christie. Tra una portata e l’altra «Il gioco del colpevole»

«Brividi in Provincia»

13/01/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Nino Dolfo

In atte­sa di «A qual­cuno piace gial­lo», il Fes­ti­val che quest’anno (24–30 mar­zo) fes­teggerà la ses­ta edi­zione, ci sarà una «gus­tosa» antic­i­pazione. Le quat­tro cura­tri­ci del­la man­i­fes­tazione (Mag­da Biglia, Car­la Boroni, Sonia Man­go­ni e Mile­na Mon­e­ta), sem­pre sot­to l’egida del­la Provin­cia (asses­so­ra­to ai Beni e attiv­ità cul­tur­ali, asses­so­ra­to al Tur­is­mo) e in col­lab­o­razione con Arthob e Ris­toran­ti del­la Rosa Camu­na, han­no orga­niz­za­to una inizia­ti­va che va sot­to il nome di «Bri­v­i­di in Provin­cia» e che con­siste in un tour gas­tro­nom­i­co-let­ter­ario nel ter­ri­to­rio e di un menu in gial­lo con assag­gi di Aga­ta Christie. L’intero pro­gram­ma è sta­to pre­sen­ta­to ieri mat­ti­na in Bro­let­to alle pre­sen­za del pres­i­dente Cav­al­li e dell’assessore Gelmi­ni. Innanz­i­tut­to la novità che si evince dal tito­lo: il Fes­ti­val di quest’anno con­ter­rà un omag­gio alla Christie, l’autrice più famosa di gial­li e anche per­ti­nente in tema di anniver­sari (lo scor­so set­tem­bre Miss Marple ha com­pi­u­to 75 anni e quest’anno coin­cide con il trenten­nale del­la scom­parsa del­la scrit­trice). Due poi i momen­ti di «Bri­v­i­di in provin­cia»: per iniziare il gial­lo sarà pre­sente ad «Ali­ment», la grande rasseg­na agroal­i­menta­re che si tiene al Cen­tro Fiera del Gar­da di Mon­tichiari (domeni­ca 15, lunedì 16 e mart­edì 17 gen­naio), con un appos­i­to stand cui faran­no da corre­do una serie di per­for­mance teatrali real­iz­zate dal Team Delit­ti & Delit­ti, incen­trate allo stret­to rap­por­to che la Christie crea­va tra i suoi delit­ti e l’ambito culi­nario. Il buf­fet pre­sen­terà alcu­ni cibi prefer­i­ti dagli eroi del­la Christie. Davan­ti ad ogni piat­to ci sarà una sche­da tec­ni­ca indi­cante il roman­zo, il veleno aggiun­to, chi è il mor­to. Ci sarà anche un pic­co­lo cor­po di bal­lo a dis­po­sizione di tut­ti i vis­i­ta­tori che vor­ran­no impara­re i bal­li pre­sen­ti nei romanzi (fox trot, tip tap e charleston). Il vero clou di «Bri­v­i­di in provin­cia» saran­no comunque le cene con delit­to dal 9 feb­braio al 3 mar­zo. Una serie di ser­ate all’insegna del­la buona tavola e soprat­tut­to con piat­ti che si ispi­ra­no alle pagine del­la Christie. Le cene, ambi­en­tate in otto ris­toran­ti di qual­ità in diverse local­ità del ter­ri­to­rio bres­ciano, daran­no modo ai parte­ci­pan­ti di conoscere o riap­prez­zare gli inves­ti­ga­tori inven­tati da Agatha Christie e nel con­tem­po di parte­ci­pare al «gio­co del colpev­ole». L’animazione, sem­pre cura­ta dal­la «Delitti& Delit­ti» di Nico­let­ta Fiu­mara e Gior­gio Men­dri­sio, pro­por­rà ai com­men­sali uno spet­ta­co­lo avvin­cente in cui ogni gio­ca­tore diven­ta un per­son­ag­gio del­la tra­ma e viene coin­volto nel­la risoluzione del caso. I ris­tora­tori garan­tis­cono che i prezzi non super­eran­no i 50 euro. Per parte­ci­pare bas­ta preno­tare con una tele­fona­ta al ris­torante prescelto.