Protesta dei residenti da 20 anni in attesa che l’indirizzo diventi definitivo e ottenga il diritto alla targa. Monte dei Pigni o Pergole? Per trovarla ci vuole tanta fortuna

Caccia alla via che non c’è

29/03/2007 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Mis­teri del­la topono­mas­ti­ca, e del­la buro­crazia. Dif­fi­cile pen­sare ad altro per la curiosa vicen­da, che pure ha ris­volti anche molto prati­ci, che ha come pro­tag­o­nista via o local­ità Monte dei Pig­ni e i sig­nori Papag­ni, che qui risiedono al civi­co 4.Nel 1972, quan­do Luca Papag­ni si è trasfer­i­to qui con la sua famiglia di orig­ine, l’ ind­i­riz­zo del­la casa era via Per­gole 119, essendo Per­gole il nome di ques­ta local­ità del comune di Lazise.«La situ­azione è cam­bi­a­ta negli anni ’80», spie­ga Papag­ni, «e il nome del­la zona è diven­ta­to pri­ma Mon­bin­da e poi Monte dei Pig­ni. Fin qui niente di stra­no, sal­vo il fat­to che da quel­la data a tutt’oggi il Comune non ha mai posizion­a­to alcun cartel­lo con il nome del­la strada».Così la vicen­da da sem­plice­mente curiosa com­in­cia a diventare anche prob­lem­at­i­ca: Luca vive oggi qui con la moglie Elis­a­bet­ta Ajmas­si e sono loro a real­iz­zare cartel­li da te che, nat­u­ral­mente, si rov­inano presto. Inoltre la local­ità Monte dei Pig­ni, civi­co 4, rimane un rifer­i­men­to piut­tosto vago anche per chi deve con­seg­nare pos­ta o altro. «È suc­ces­so che alcu­ni cor­ri­eri non siano rius­ci­ti a rin­trac­cia­re l’abitazione», dice la sig­no­ra Papag­ni, «e lo stes­so vale anche per il por­talet­tere in servizio nel peri­o­do di ferie del posti­no che abit­ual­mente recapi­ta la cor­rispon­den­za. Abbi­amo più volte dovu­to fare i con­ti con le con­seguen­ze di rac­co­man­date mai arrivate o recu­per­ate tardi».Inevitabile l’avvio di una cor­rispon­den­za fit­ta tra la famiglia e il Comune. «Io risiedo a Lazise dal 2004. Proven­go da e ave­vo sem­pre pen­sato che la dimen­sione urbana più pic­co­la non potesse che agevolare il rap­por­to tra ammin­is­trazione pub­bli­ca e cit­tadi­no. A questo pun­to non ne sono più tan­to sicu­ra», com­men­ta la sig­no­ra. «Per molto tem­po alle nos­tre comu­ni­cazioni, pun­tual­mente rice­vute, non è sta­to dato riscon­tro. L’unica rispos­ta scrit­ta è arriva­ta qualche set­ti­mana fa, dopo l’ennesimo sollecito».Nella let­tera il sin­da­co di Lazise scrive che l’amministrazione comu­nale «Sta dan­do ese­cuzione alla ristrut­turazione del­la topono­mas­ti­ca e numer­azione civi­ca». Questo lavoro «Si è inter­rot­to peri­odica­mente alla sca­den­za dei turni elet­torali e poi per il fur­to di tutte le tabelle già denom­i­nate pres­so il mag­a­zz­i­no comu­nale». Il fur­to non ha però riguarda­to la tabel­la con l’indicazione di local­ità Monte dei Pig­ni per­ché ques­ta, scrive il sin­da­co, «Non è sta­ta ordi­na­ta e quin­di posizion­a­ta fino­ra in quan­to la ristrut­turazione del­la zona, come da delib­era con­sil­iare n. 57 del 14.04.1987, prevede che ven­ga denom­i­na­ta via Pergole».«Una rispos­ta sor­pren­dente ma anche, purtrop­po, altret­tan­to assur­da», com­men­ta Papag­ni, «come mai, dall’87 ad oggi non è mai sta­ta posizion­a­ta la tabel­la con il nome via Per­gole? E se è deciso che questo sarà il nome del­la via, per­ché nel 2004, quan­do mia moglie ha chiesto la res­i­den­za, le è sta­ta data in local­ità Monte dei Pig­ni? Non era meglio approf­ittare dell’occasione e, almeno sui doc­u­men­ti, inserire già il nome gius­to, cioè quel­lo indi­ca­to dal­la delib­era del 1987?».«Giunti a questo pun­to, non è un prob­le­ma che ques­ta stra­da si chi­a­mi Monte dei Pig­ni o Per­gole. L’importante è che si deci­da una vol­ta per tutte e che ven­ga mes­so il cartel­lo: in fin dei con­ti», con­cludono i Papag­ni, «ques­ta local­ità lo sta aspet­tan­do da vent’anni».

Parole chiave: -