Campionato Europeo One Meter Class IOM a Campione del Garda

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Sono solo una parte degli ingre­di­en­ti che han­no cos­ti­tu­ito la base per il grande suc­ces­so di questo pri­mo (in asso­lu­to) Cam­pi­ona­to Europeo IOM orga­niz­za­to in Italia dal Vela Club Cam­pi­one, dal Grup­po Radiovelisti Idro Bres­cia) con il Patrocinio di Mod­elvela Italia e dell’Assessorato allo Sport del­la Provin­cia di Bres­cia Comune di Tremo­sine e di Cam­pi­one del Gar­da Spa, oltre agli stori­ci sup­port­er del Vela Club Fonte Tavina Spa e Cam­pi­one Gmbh e da T&T Tec­nolo­gies.

Nonos­tante i for­ti tim­o­ri generati solo pochi giorni pri­ma dal man­ca­to accogli­men­to del­la richi­es­ta di dis­se­que­stro tem­po­ra­neo del lun­go­la­go (ris­chio idro­ge­o­logi­co la moti­vazione …..!!!!), la mag­nifi­ca cor­nice del­la Spi­ag­gia di Cam­pi­one del Gar­da e la miglior set­ti­mana meteo dell’intera sta­gione Garde­sana han­no con­fer­ma­to le attese dei regatan­ti prove­ni­en­ti da ognidove (Israele, Turchia , Norve­g­ia, Usa oltre alle “poten­ze” storiche europee) e le pecu­liar­ità uniche che Cam­pi­one e il Lago di Gar­da san­no offrire agli appas­sion­ati degli sport veli­ci. È sta­to un even­to “vis­su­to” da tut­to il ter­ri­to­rio con numerose strut­ture ricettive dell’Altipiano di Tremo­sine sul Gar­da degli Orga­niz­za­tori di pot­er dare evi­den­za anche alle Isti­tuzioni come si pos­sa e si deb­ba lavo­rare anche sul tur­is­mo sporti­vo per inte­grare sta­gioni che, come quel­la pas­sa­ta, neces­si­tano di ogni sfor­zo ed ogni col­lab­o­razione per sostenere  l’economia locale nel­lo speci­fi­co già dura­mente prova­ta da vari even­ti.

Così, a pochi metri dal­la spi­ag­gia di Cam­pi­one, su una futur­is­ti­ca piattafor­ma di pilotag­gio slan­ci­a­ta sul Lago, han­no pre­so vita appas­sio­n­an­ti sfide tra questi scafi radio­co­man­dati del­la classe IOM (un metro) che han­no dovu­to pre­ven­ti­va­mente super­are rigi­di con­trol­li di staz­za facen­do parte di una monotip­ia riconosci­u­ta dall’Isaf.

La for­mu­la di rega­ta e’ basa­ta sul­la sud­di­vi­sione dei 76 con­cor­ren­ti in flotte da max 16 parte­ci­pan­ti ognuna (quin­di 5 flotte); di qui le 75 prove dis­pu­tate nei 5 giorni di regate pro­mo­tore del prossi­mo Cam­pi­ona­to Mon­di­ale di Classe che si ter­rà a San Fran­cis­co (USA) il prossi­mo Mag­gio) coa­d­i­u­va­to dall’amico Pierre Gonnet (FRA) e dal­la “squadra” di 7 Arbi­tri Inter­nazion­ali cap­i­tana­ta dal­la Francese Bernardette Del Bart.

Il cam­pi­ona­to è sta­to in dis­cus­sione fino all’ultima delle 15 manch­es dis­pu­tate ed in liz­za per il tito­lo Con­ti­nen­tale, oltre al Cam­pi­one uscente Brad Gib­son i prece­den­ti Cam­pi­oni Europei e Mon­di­ali Walsh Robert e Stollery Peter. Solo due pun­ti han­no divi­so al ter­mine Gbr 42 Brad Gib­son che si è così ricon­fer­ma­to Cam­pi­one Europeo e lo Spag­no­lo Egea Juan Mar­cos Esp 90. Al gradi­no baso del podio FRA 100 Olivi­er Cohen respon­s­abile attiv­ità Ago­nis­ti­ca del­la Classe Inter­nazionale. 10 i con­cor­ren­ti Ital­iani con le punte di dia­mante Ita 22 Puthod Pier­lui­gi e Ita 15 Rudoni Gian­lui­gi che nei pri­mi due giorni di rega­ta era­no nei pri­mi 5 posti dell’Europeo. Poi la sfor­tu­na di imbat­ter­si in più di una occa­sione in alghe che ne
pregiu­di­ca­vano più di una pro­va e la cer­ta mag­gior espe­rien­za alla pres­sione degli avver­sari li han­no fat­ti arretrare fino al 13 pos­to di Puthod e al 15 pos­to di Rudoni.

Rega­ta pre­siedu­to dal Pres­i­dente del­la Classe Inter­nazionale IOMICA Fred Rocha Statu­nitense di San Diego (per­al­tro Numerose e gra­dite le espres­sioni di entu­si­as­mo e grat­i­tu­dine espresse (sia per la ges­tione dell’Evento che per la bellez­za dei luoghi e l’accoglienza ris­er­va­ta) pub­bli­ca­mente da molti con­cor­ren­ti durante la cer­i­mo­nia di Pre­mi­azione tenu­tasi nel­la Piazzetta del bor­go alla pre­sen­za del Sin­da­co di Tremo­sine sig Bat­tista Girar­di che ha por­ta­to il salu­to del­la Comu­nità e l’importante con­fer­ma del­la volon­tà col­lab­o­ra­ti­va dell’Amministrazione di Tremo­sine per la con­tin­u­azione dell’attività qua­si trenten­nale del Vela Club Cam­pi­one.

Da ques­ta espe­rien­za nasce ( soprat­tut­to su richi­es­ta di tan­ti parte­ci­pan­ti ) un nuo­vo appun­ta­men­to con la Vela Radio­co­man­da­ta e la classe Mar­ble­head (Classe M) per una Inter­nazionale che avrà luo­go dal 7 al 9 Novem­bre prossi­mo
qui a Cam­pi­one del Gar­da. In cor­so di prog­et­tazione anche un cir­cuito Europeo (Grand Prix) che nel 2015 dovrebbe coin­vol­gere Spagna, Fran­cia, Italia e Croazia.

Parte ora un autun­no impeg­na­ti­vo per il Vela Club Cam­pi­one sul fronte delle disponi­bil­ità logis­tiche per il futuro: il  comoda­to del­la sede sociale è in sca­den­za al 31/12 e l’area di alag­gio imbar­cazioni a sud del Paese, annes­sa alla sede sociale e con­fi­nante con il por­tic­ci­o­lo, è tutt’ora sogget­ta a vin­co­lo di inuti­liz­zo for­zoso. Con­ti­amo che l’impegno e le attiv­ità che l’Associazione ha saputo portare avan­ti in tut­ti questi anni di attiv­ità, pos­sano essere un buon moti­vo per rin­no­vare le profi­cue col­lab­o­razioni con gli Enti e con la Pro­pri­età.

Parole chiave: