Presentato il cartellone estivo della società. Il Golfo si conferma un palcoscenico per le manifestazioni. Via sabato prossimo con un meeting internazionale di nuoto

Canottieri, un’estate intensa

09/04/2005 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

L’attività del­la Can­ot­tieri Gar­da di Salò inizierà saba­to 16 aprile, ore 15, con la 10^ edi­zione del Meet­ing inter­nazionale di nuo­to nel­la pisci­na in local­ità Due Pini. Oltre alla squadra di casa, gareg­ger­an­no le rap­p­re­sen­ta­tive di Croazia, Slove­nia, Vene­to, Verona e Trenti­no. Nel cor­so del­la man­i­fes­tazione si svol­gerà la sfi­da dei cam­pi­oni. Parteciper­an­no Emil­iano Brem­bil­la (europeo 400 s.l. e bron­zo ad Atene nel­la staffet­ta 4 x 200), Loren­zo Vis­mara (europeo 4 x 100 s.l.), Fil­ip­po Magni­ni (europeo 100 s.l., 4 x 100 e 4 x 200, bron­zo ad Atene con Brem­bil­la), Pao­lo Bossi­ni (europeo 200 rana), Alessan­dro Calvi, Gia­co­mo Vas­sanel­li (europeo 4 x 100), Loris Fac­ci, Marko Strahi­ja, Kres­imir Cac, Ivan Mlad­i­na, Renè Gus­per­ti, Nicolò D’Andrea, Cristi­na Maccagno­la, Gaia Man­ca­bel­li, Elisa Apos­toli e la svizzera Car­la Stampfli. Il diret­tore sporti­vo Mino Miniati ha invi­ta­to a tenere d’occhio la Apos­toli, che ha appe­na con­quis­ta­to tre ori ai tri­col­ori gio­vanili, si è qual­i­fi­ca­ta per gli europei e fa parte del «Prog­et­to Pechi­no 2008» del­la Fed­er­azione. Il meet­ing è inser­i­to nel­la due giorni ded­i­ca­ta a «Nav­i­gare nel gran mare del­la sol­i­da­ri­età». Saba­to mat­ti­na, alle 9.30, con­veg­no nel salone del­la Domus, a fian­co del Duo­mo, sul­la vela per i dis­abili, alle 21 spiedo nel­la res­i­den­za dell’, a Vil­la Zanardel­li di Fasano. Il giorno suc­ces­si­vo rega­ta a Gargnano. Il nuo­to ricom­par­irà a novem­bre, con una gara di pro­pa­gan­da, ris­er­va­ta ai bam­bi­ni del­la provin­cia. Il pres­i­dente del­la Can­ot­tieri, Attilio Maroni, e il sin­da­co Giampiero Cipani han­no ricorda­to come Salò e il gol­fo siano un ambito ter­ri­to­ri­ale ben attrez­za­to. Le regate han­no un pal­cosceni­co nat­u­rale tra i più sug­ges­tivi. L’anno scor­so è sta­to ulti­ma­to il por­to, che con­sente di accogliere un centi­naio di barche. «La soci­età — ha ricorda­to Cipani — è atti­va dal 1892, anno in cui ha orga­niz­za­to il pri­mo cam­pi­ona­to di can­ot­tag­gio. Inoltre svolge numerosi cor­si di avvi­a­men­to allo sport. Mi auguro che le gare del 2005 riscuotano lo stes­so suc­ces­so del pas­sato». Gior­gio Bol­la, il vicepres­i­dente, ha illus­tra­to l’attività nei det­tagli, spie­gan­do come l’appuntamento clou sia il Tro­feo Ecoservizi del 23 e 24 luglio, con un centi­naio di imbar­cazioni, delle clas­si , Asso 99, Ufo 22, Fun, Crociera e Lib­era, con­sid­er­a­ta la For­mu­la 1 del Gar­da. In un tri­on­fo di spin­naker, i Lib­era si esi­bi­ran­no anche in una pro­va spet­ta­co­lare not­tur­na: vin­cerà chi, in un deter­mi­na­to peri­o­do di tem­po, per­cor­rerà il mag­gior numero di giri. Le stesse barche ritorner­an­no a fine agos­to, in occa­sione del­la Fes­ta dell’ospite e dell’H2O. In tale cir­costan­za gli arma­tori ital­iani met­ter­an­no i loro Pro­tag­o­nist 7.50 a dis­po­sizione di equipag­gi slo­vac­chi. La Trev­el­i­ca è la rega­ta stor­i­ca per eccel­len­za. La pri­ma edi­zione si è svol­ta nel lon­tanis­si­mo 1965. La novità è rap­p­re­sen­ta­ta da alcune gare orig­i­nali, come la Veteran’s Cup di fer­ragos­to, coi bam­bi­ni che guarder­an­no i gran­di muover­si a fat­i­ca sui pic­coli . O le prove del cam­pi­ona­to Dinghy, una deri­va lun­ga tre metri e mez­zo, nata nel 1913 e ama­ta da Gior­gio Fal­ck, che pure dispone­va di barche di alto liv­el­lo. Poi le gare del Sail­ing Ral­ly. «L’obiettivo è di creare occa­sioni di aggregazione e diver­ti­men­to — ha det­to il sen­a­tore Fran­co Tirelli -. Lo spir­i­to non è ago­nis­ti­co, ma quel­lo di con­di­videre una pas­sione e un’esperienza di fes­ta, nel rispet­to del fair play. Alcune di queste prove fan­no parte del cir­cuito Aido-Anto, isti­tu­ito dai cinque cir­coli del lago. Mi auguro che pren­dano sem­pre più piede». Il can­ot­tag­gio avrà spazio il 2 otto­bre, col Tro­feo Sal­vadori, spon­soriz­za­to dal­la Fonde­ria Regali: una gara pro­mozionale sul­la dis­tan­za di 500 metri, pro­prio dinanzi al lun­go­la­go. In pas­sato, per gli «Ago­nali del remo», mise in palio la pres­ti­giosa Cop­pa del liu­taio, con­ser­va­ta nel­la sede del­la Can­ot­tieri. Alla illus­trazione del cal­en­dario, nel­la splen­di­da cor­nice del Bel­lerive, il ris­torante-hotel gesti­to da Pao­lo Rossi, pres­i­dente degli alber­ga­tori del­la provin­cia di Bres­cia, han­no parte­ci­pa­to anche Mar­co Bonomet­ti, delle Officine mec­ca­niche rez­za­te­si, ex nuo­ta­tore, e Alber­to Scac­cabarozzi, ammin­is­tra­tore del­e­ga­to del­la Ecoservizi. Pri­ma usci­ta per Rodol­fo Berga­m­aschi, il socio del­la Can­ot­tieri diven­ta­to con­sigliere nazionale del­la Federazione.