Cantiere Alta Velocità: incontro tecnico tra Comune di Lonato del Garda, Cepav Due con i cittadini della frazione di Campagna.

29/03/2022 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Ieri sera l’Amministrazione Comu­nale di Lona­to del Gar­da ha incon­tra­to i cit­ta­di­ni del­la frazione di Cam­pagna pres­so l’oratorio, con il sup­por­to degli ingeg­neri del Con­sorzio Cepav due, real­iz­za­tore del­la lin­ea fer­roviaria /Alta Capac­ità Bres­cia Est-Verona.

Il Sin­da­co, Rober­to Tar­dani, ha aper­to l’incontro ringrazian­do il Con­sorzio per la fat­ti­va col­lab­o­razione dimostra­ta fino ad oggi. Riv­ol­gen­dosi ai cit­ta­di­ni di Cam­pagna, aggiunge: “L’incontro di ques­ta sera risponde alla volon­tà dell’Amministrazione Comu­nale di man­tenere un aggior­na­men­to con voi cir­ca i lavori svolti ad oggi e las­cia­re spazio a un momen­to di con­fron­to finale in modo da rac­cogliere even­tu­ali spun­ti interessanti”.

A rap­p­re­sentare Cepav due sono inter­venu­ti l’Ing. Francesco Colaut­ti, Diret­tore Costruzioni Lom­bar­dia, e l’Ing. Alber­to Piras, Diret­tore dei Cantieri Lom­bar­dia, di Cepav due, con l’obiettivo di illus­trare le opere di stradale con­nesse alla real­iz­zazione in cor­so del­la lin­ea fer­roviaria e, nel­lo speci­fi­co, le attiv­ità che inter­esser­an­no il Comune di Lona­to rel­a­ti­va­mente alla real­iz­zazione del nuo­vo cavalcavia.

In vista del­la real­iz­zazione del­la gal­le­ria arti­fi­ciale del­la lin­ea fer­roviaria AV/AC e di even­tu­ali futuri allarga­men­ti autostradali, si è reso nec­es­sario sos­ti­tuire l’attuale cav­al­cavia di Via Cam­pagna con un cav­al­cavia di nuo­va gen­er­azione che sovrap­passerà l’autostrada A4 e la lin­ea fer­roviaria AV/AC. Il nuo­vo cav­al­cavia sarà dota­to di una stra­da di cat­e­go­ria F2, ben più larga di quel­la in eser­cizio, con una careg­gia­ta di larghez­za com­p­lessi­va di 8,50 metri, com­pos­ta da due cor­sie di larghez­za 3,25 metri e da ban­chine pari ad 1 metro; sono pre­visti inoltre cor­doli esterni di 1,85 metri che ospit­er­an­no i mar­ci­apie­di pedonali che l’attuale cav­al­cavia non possiede. Il cav­al­cavia, a sezione mista in acciaio e cal­ces­truz­zo, avrà una lunghez­za com­p­lessi­va di 160 metri e si svilup­perà su 4 campate.

Il Con­sorzio Cepav due, da sem­pre atten­to al ter­ri­to­rio in cui opera, ha antic­i­pa­to nei mesi scor­si tutte le lavo­razioni pos­si­bili sen­za inter­rompere la dell’attuale cav­al­cavia per min­i­miz­zare i dis­a­gi ai res­i­den­ti”, com­men­ta l’Ing. Colaut­ti e pros­egue “Inoltre, per alleg­gerire il traf­fi­co del cen­tro abi­ta­to di Cam­pagna, è sta­ta real­iz­za­ta e atti­va­ta a set­tem­bre 2021 da parte di Cepav due la nuo­va via­bil­ità ester­na alla frazione, che con due rota­to­rie si col­le­ga provvi­so­ri­a­mente alla ram­pa del cav­al­cavia esistente e suc­ces­si­va­mente si unirà al nuo­vo impalcato”.

Ad oggi, sono già state real­iz­zate e sono vis­i­bili le opere in cemen­to arma­to (spalle e pile) del nuo­vo cav­al­cavia, le due rampe di approc­cio nord e sud, le porzioni di gal­le­ria ad est e ad ovest dell’attuale e sono già disponi­bili i nuovi impal­cati metallici.

Al fine di com­pletare la real­iz­zazione del­la gal­le­ria inter­fer­ente, il Con­sorzio rende noto che a fine aprile la di via Cam­pagna ver­rà inter­rot­ta in modo tale da pot­er provvedere allo sman­tel­la­men­to del cav­al­cavia attuale, all’assemblaggio e al varo del nuo­vo cav­al­cavia inclusa la real­iz­zazione delle solette di com­ple­ta­men­to, delle asfal­tature, delle bar­riere di sicurez­za, dei guardrail e del­la rota­to­ria pos­ta a nord del cavalcavia.

La demolizione dell’attuale cav­al­cavia di Via Cam­pagna per­me­t­terà la real­iz­zazione del­la gal­le­ria arti­fi­ciale di col­lega­men­to alla gal­le­ria nat­u­rale Lona­to del­la lin­ea fer­roviaria AV/AC. La vic­i­nan­za tra il cav­al­cavia esistente e quel­lo di nuo­va real­iz­zazione non per­me­tte la coesisten­za di entram­bi per ragioni di spazio, l’attuale osta­col­erebbe il varo del nuo­vo e, vicev­er­sa, il nuo­vo cav­al­cavia impedi­rebbe la suc­ces­si­va demolizione dell’esistente” spie­ga, con­clu­den­do, l’Ing. Piras.

Nico­la Fer­rari­ni, Con­sigliere Incar­i­ca­to ai Lavori Pub­bli­ci pres­so il Comune di Lona­to ha ringrazi­a­to anche i cit­ta­di­ni di Cam­pagna per la rispos­ta in ter­mi­ni di parte­ci­pazione all’incontro. Ha spec­i­fi­ca­to che l’Amministrazione Comu­nale è molto atten­ta a man­tenere un filo diret­to con i cit­ta­di­ni per ascoltar­li e rac­cogliere even­tu­ali prob­lem­atiche, pareri e proposte.

Il Con­sorzio Cepav Due Il Con­sorzio Cepav due, real­iz­za­tore dell’opera AV/AC Bres­cia Est — Verona, è com­pos­to da Saipem, leader con il 59%, da Impre­sa Piz­zarot­ti con cir­ca il 27% e Grup­po ICM con cir­ca 14 %, tra le imp­rese più sig­ni­fica­tive e riconosciute del set­tore infra­strut­turale del nos­tro Paese ed a liv­el­lo inter­nazionale. La nuo­va lin­ea fer­roviaria AV/AC Bres­cia Est — Verona è uno dei tas­sel­li del Core Cor­ri­dor Mediter­ra­neo che col­legherà la Peniso­la iber­i­ca con il con­fine ucraino, pas­san­do per il sud del­la Fran­cia, l’Italia Set­ten­tri­onale e la Slove­nia, con una sezione in Croazia.

Parole chiave:

Commenti

commenti