Targhe a soci e premi ai migliori piloti

«Car Racing» in festaper i 20 anni di attività

21/01/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(b.b.)

Oggi la scud­e­ria Car Rac­ing fes­teggia il ven­ten­nale, orga­niz­zan­do una fes­ta con i fioc­chi, durante la quale saran­no dis­tribuite targhe ai soci fonda­tori e saran­no pre­miati i migliori piloti del 2006. Sarà anche pre­sen­ta­to il nuo­vo libro «Il ven­ten­nio del­la Car Rac­ing» di Michele Dal­la Riva con foto di Mar­co Troiani che fis­sa le prin­ci­pali tappe di questo roboante grup­po. L’appuntamento con il team al com­ple­to è per le 12 al Park hotel Vil­la Car­i­o­la. Sono sta­ti invi­tati tut­ti gli ammin­is­tra­tori locali, gli spon­sor più affezionati, piloti e per­son­ag­gi del­la Com­mis­sione sporti­va auto­mo­bilis­ti­ca ital­iana (Csai).«La pri­ma apparizione tan­gi­bile del­la Car Rac­ing risale al 1987, quan­do un grup­po di appas­sion­ati dei motori si iscrisse al Ral­ly Cit­tà di Cese­na», ricor­da Dario Loren­zi­ni, pres­i­dente del­la scud­e­ria, oggi cresci­u­ta al pun­to che quest’anno orga­niz­za la Ronde del Gal­lo Cedrone a mar­zo in Lessinia, la stor­i­ca cronosca­la­ta Capri­no-Spi­azzi in aprile, il Bena­cus Ral­ly a luglio ad Affi e il Ral­ly Due Val­li in otto­bre a Soave. Il grup­po, che per quest’anno non orga­nizzerà invece il Ral­ly degli Olivi, si sta preparan­do a parte­ci­pare, in feb­braio, al ral­ly mon­di­ale di Svezia sul­la neve.«Siamo legati da una pas­sione comune, ma la nos­tra paro­la d’ordine è pro­fes­sion­al­ità», sot­to­lin­ea Loren­zi­ni, «uno dei seg­reti del­la nos­tra scud­e­ria è sta­to di pro­cedere a pic­coli pas­si, pen­san­do in grande ma restando sem­pre con i pie­di per ter­ra». Così, dopo tante vit­to­rie in gare e cronosca­late in Italia e all’estero, nel 1994 è arriva­ta la svol­ta epocale: «Il 25 aprile di quell’anno siamo diven­tati gli orga­niz­za­tori del Gran pre­mio kart­ing di Sant’Ambrogio di Valpo­li­cel­la. Pas­sam­mo così la bar­ri­ca­ta diven­tan­do, oltre che con­cor­ren­ti, orga­niz­za­tori e goden­do del­la fidu­cia di ben 120 piloti iscrit­ti», ricor­da il grande capo. Poi, il nuo­vo mil­len­nio ha por­ta­to nel­la Car Rac­ing una ven­ta­ta di ener­gia: «Nel 1999 per la pri­ma vol­ta abbi­amo orga­niz­za­to un ral­ly vero, il Bena­cus Ral­ly, e sti­amo già pen­san­do alle prove che pro­por­re­mo a luglio». L’anno dopo han­no cre­ato il ral­ly sprint, il Ral­ly degli Olivi, tra ed entroter­ra «che però quest’anno non si ter­rà in quan­to già orga­nizzi­amo quat­tro gare impor­tan­ti», spie­ga Loren­zi­ni. E anco­ra: «Nel 2001, con l’aiuto dei nos­tri piloti vinci­tori in Italia e all’estero, abbi­amo ideato la nuo­va for­mu­la di ral­ly del­la Ronde del Gal­lo Cedrone, uno spet­ta­co­lo di motori allo sta­to puro, che quest’anno fare­mo in Lessinia».Dal 2005 l’automobile Club di Verona ha affida­to loro la pres­ti­giosa Capri­no-Spi­azzi e nel 2006 han­no orga­niz­za­to pure il Ral­ly due Val­li in ver­sione ronde. Sono tenu­ti seg­reti i nomi dei piloti cui oggi ver­rà con­seg­na­ta una cop­pa. Intan­to le targhe andran­no a Loren­zi­ni, a Mau­r­izio Rigo e a Ser­gio Baz­zoni, entram­bi di Sant’Ambrogio, soci fonda­tori tutt’oggi attivi.

Parole chiave: