Galleria d’arte

Carmi, la libertà si mette in mostra

Di Luca Delpozzo
Padenghe sul Garda

«Adarte vuole essere una nave pronta a con­durre il pub­bli­co ogni vol­ta in un viag­gio diver­so». Ed è pro­prio con questo spir­i­to avven­tur­oso e cor­ag­gioso espres­so attra­ver­so le parole del gio­vane diret­tore Ser­gio Bac­canel­li che la Gal­le­ria d’arte ospi­ta la per­son­ale di Euge­nio Car­mi. Reduce dal­la pri­ma rasseg­na col­let­ti­va, la gal­le­ria inau­gur­erà la mostra del­l’artista lig­ure oggi alle 18 nelle sale del suo show-room nel palaz­zo del Mago, nel cen­tro stori­co di Padenghe. Dopo numerose ed impor­tan­ti espo­sizioni che gli han­no per­me­s­so di far­si conoscere in tut­to il mon­do, Car­mi giunge nel paese garde­sano per pre­sentare «La lib­ertà del­l’in­ter­pre­tazione», mostra che prende il nome dal­l’ul­ti­mo ciclo di dip­in­ti da lui real­iz­za­to. L’e­s­po­sizione, che saba­to sarà pre­sen­ta­ta dal­la crit­i­ca d’arte Mar­ti­na Corgnati, rimar­rà alla gal­le­ria Adarte fino al 5 otto­bre e sarà vis­itabile il giovedì e il ven­erdì dalle 18 alle 22, il saba­to e la domeni­ca dalle 16 alle 22. b.m.