Una due giorni all’insegna del divertimento con tanta musica, spettacoli itineranti e altro ancora. Oggi e domani le strade e le piazze delpaese saranno animate dalla ventiquattresima edizione della rassegna.

«Carnevale della Valtenesi»la festa impazza a Manerba

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

In tes­ta il sovra­no del Carnevale, Sua Maestà Re del Maöl con le sue ancelle e poi, a seguire, tut­to il popo­lo che nei cos­tu­mi carnevaleschi, dopo aver sfi­la­to e ani­ma­to le vie del cen­tro stori­co di Maner­ba, assis­terà al procla­ma che ormai da decen­ni il Re del è soli­to enun­cia­re in occa­sione di questo even­to. Una sor­ta di tes­ta­men­to che accom­pa­g­n­erà, si fa per dire, il popo­lo spen­sier­a­to per tut­to l’anno, un richi­amo ai doveri, alla spen­sier­atez­za e alla devozione al principe dei vini locali: il o Maöl.E poi musi­ca ed intrat­ten­i­men­ti fino a sera quan­do le tene­bre scen­der­an­no per procla­mare la con­clu­sione del­la 24a edi­zione del Carnevale del­la Valte­n­e­si. Un’edizione che, come l’anno scor­so, non vedrà la parte­ci­pazione dei car­ri alle­gori­ci prove­ni­en­ti da varie local­ità di Maner­ba e del­la Valte­n­e­si, ma saran­no le per­sone, la gente, deb­ita­mente mascher­a­ta, ad ani­mare da pro­tag­o­nista il carnevale.Non mancher­an­no i pro­fes­sion­isti del­lo spet­ta­co­lo itin­er­ante con attrazioni varie come l’Accademia dei Remoti con l’animazione fan­tas­ti­ca su tram­poli; Ital­en­to con car­il­lon, pianoforte a coda motor­iz­za­to con pianista e bal­le­ri­na clas­si­ca; Mor­timer & Dosoli­na, con il suo esi­la­rante spet­ta­co­lo comi­co di fachiris­mo; le Stelle di Stra­da che pre­sen­ter­an­no spet­ta­coli di arti circensi e gio­co­le­ria; i Men­ti­ta y Chur­ry (magia clow­nesca). E poi anco­ra, i Senz’ala (capoeira e musi­ca tradizionale dal vivo); il grup­po fol­cloris­ti­co La Ghi­ron­da con danze popo­lari ed etniche; La Ram­bla, street band e musi­ca bal­cani­ca; il Cir­co San Vito con le sue can­zoni d’au­tore irriv­er­ente; i Baba­ja­ga con una per­for­mance inter­at­ti­va con il pub­bli­co sul tema: “Arrivano le streghe”ed infine artisti del Teatro Tas­ca­bile di Berg­amo con Sog­ni vagabon­di ed il Pic­co­lo Cir­co Volante con numeri acro­bati­ci di equi­lib­ris­mo. Insom­ma un po’ per tut­ti i gusti che sicu­ra­mente, come spera il pres­i­dente del­la Pro Loco di Maner­ba Ste­fano Pola­to, non mancher­an­no di portare tan­ta alle­gria per una gior­na­ta da non dimenticare.Un even­to, quel­lo di domani, che inter­esserà oltre alle vie del cen­tro stori­co anche le 4 piazze prin­ci­pali com­pre­sa la nuo­vis­si­ma piaz­za, quel­la sot­tostante Piaz­za Aldo Moro (quel­la del­la Chiesa Par­roc­chiale), non anco­ra inau­gu­ra­ta ma che ricev­erà il suo bat­tes­i­mo pro­prio con il Carnevale 2008. Una for­mu­la, quel­la pro­pos­ta dagli orga­niz­za­tori che si pre­sen­ta alla 2a edi­zione con il con­sen­so, ampio, ottenu­to lo scor­so anno: «Final­mente è la gente, siamo noi — affer­ma­vano sod­dis­fat­te le per­sone lo scor­so anno — a diver­tir­si e a far diver­tire. Otti­mi e sug­ges­tivi i car­ri alle­gori­ci ma in effet­ti chi si diverti­va era­no i pro­tag­o­nisti dei car­ri stes­si ed i loro accompagnatori».In effet­ti lo scor­so anno si sono visti gio­vani e meno gio­vani sco­raz­zare in lun­go e in largo per le vie cit­ta­dine per­cor­ren­dole nel­la total­ità con la voglia di trasgredire alla nor­mal­ità pri­ma di ritornare, il giorno suc­ces­si­vo, nei pro­pri ruoli e nei pro­pri ranghi. Insom­ma, è il caso di dir­lo: evvi­va il Carnevale!Luigi Del Pozzo

Parole chiave:

Commenti

commenti