Un originale palio in concomitanza con le tradizionali sfilate. La sfida fra i salumi nostrani si svolgerà il 27 febbraio

Carnevale fa rima con salame

Di Luca Delpozzo
Claudio Andrizzi

Un Palio del salame nos­tra­no per arric­chire il del­la Valte­n­e­si: ques­ta la novità mes­sa in cam­po dal­la Pro loco e dal Comune di Maner­ba per la 19sima edi­zione del «Carnevale del Re del Maöl, del Pestöm e del Chisöl», che com­in­cia domeni­ca con la pri­ma sfi­la­ta dei car­ri. Il pro­gram­ma del­la man­i­fes­tazione, che si con­figu­ra ormai come uno dei rari carnevali dell’area garde­sana, rical­ca nel­la sostan­za quel­lo delle pas­sate edi­zioni, e prevede il gran finale domeni­ca prossi­ma, 2 mar­zo, con l’elezione del car­ro vinci­tore e, in ser­a­ta, la Grande Abbuf­fa­ta di Carnevale al palas­port di Maner­ba. Nel cal­en­dario si è però inseri­ta ques­ta novità, che a quan­to sem­bra ha subito riscos­so grande inter­esse in tut­ti i comu­ni del­la Valte­n­e­si. Si trat­ta di un vero e pro­prio con­cor­so, des­ti­na­to ai sala­mi fat­ti in casa, ovvero a una tradizione popo­lare estrema­mente rad­i­ca­ta che, per quan­to minac­cia­ta da nuove dis­po­sizioni san­i­tarie di stam­po europeo, con­tin­ua ad essere larga­mente dif­fusa nelle zone rurali. Il con­cor­so si ter­rà nel­la ser­a­ta di giovedì prossi­mo, 27 feb­braio: l’appuntamento è alle ore 19 alla palestra delle scuole medie, l’invito è aper­to a tut­ti. Non è nec­es­sario iscriver­si pri­ma e non ci sono sca­den­ze: chi vuol parte­ci­pare dovrà portare un cam­pi­one del­la pro­pria pro­duzione rig­orosa­mente casalin­ga (sono cat­e­gori­ca­mente esclusi i salu­mi azien­dali, anche se prove­ni­en­ti da realtà di pic­cole dimen­sioni) tra le 17 e le 18.45. Alle 19 com­in­cer­an­no gli assag­gi del­la com­mis­sione, che a quan­to sem­bra avrà parec­chio da fare se è vero che sono già una trenti­na i pro­dut­tori inten­zionati a parte­ci­pare alla sin­go­lare gara. La com­mis­sione è cos­ti­tui­ta da per­son­ag­gi qual­i­fi­cati: tra gli altri si dis­tin­guono Ange­lo Dal Bon del­la Con­dot­ta garde­sana di Arcigola/Slow Food e il sin­da­co di Pueg­na­go, nonchè vice-pres­i­dente del­la Coldiret­ti bres­ciana . Ulti­mo e non trascur­abile par­ti­co­lare: una vol­ta assag­giati dal­la com­mis­sione i sala­mi saran­no offer­ti in degus­tazione al pub­bli­co pre­sente. Altra novità del carnevale valte­n­esino sarà la sim­bol­i­ca cer­i­mo­nia nuziale tra il Re del Maöl, ovvero dell’uva Grop­pel­lo, con la Regi­na del , che ovvi­a­mente arri­va da Moni­ga.