Tre giorni di manifestazioni con il Motoclub in prima fila con i suoi iscritti e chiosco davanti alle poste

Carnevale, premi ai motociclisti mascherati poi urne aperte per elegge

01/03/2003 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
s.b.

Tre giorni di fes­ta per con­clud­ere alla grande il , scon­fi­nan­do anche in quares­i­ma. Come accade a Parona, che orga­niz­za la fes­ta del­la Ren­ga, anche Lazise con le sue aole e la lib­era con­trà del mar­ci­apiè, fes­teggia la fine del carnevale e la pri­ma gior­na­ta di “magro”. Il re del carnevale lacisiense è el capo Valar, ovvero il padrone del mar­ci­apiè di via Arco, la tra­ver­sa che da cor­so Ospedale, la via cen­tralis­si­ma del cuore di Lazise, por­ta diret­ta­mente al lago. È qui che dal tem­po dei tem­pi el capo Valar ha sem­pre comanda­to sui pro­pri sud­di­ti, coa­d­i­u­va­to in sua vece da Quel che sos­ti­tuisse, ed infine dal Cagnol, ovvero il seg­re­tario di cotan­ta com­pag­nia. Ma quest’anno, per la pri­ma vol­ta, la fes­ta di carnevale inizia ben lunedì 3 mar­zo per col­pa o mer­i­to degli appas­sion­ati di moto­ci­clis­mo. In piazzetta Bec­cher­le, pro­prio di fronte all’ufficio postale, il Moto­club Lazise ha deciso di posizionare il pro­prio chiosco gas­tro­nom­i­co per far fes­ta con la gente del pos­to e con i tan­ti asso­ciati del pro­prio club. Dalle 11.30 di lunedì è pos­si­bile gustare con «Biele e pis­toni, coran­di­oli e fes­toni» il gnoc­co frit­to, oppure la pas­ta e fasoi con le codeghe, gli gnoc­chi al pomodoro, il codegh­in con i crauti ed infine la cre­ma frit­ta. E pro­prio mart­edì 4 mar­zo, a fine fes­ta, il pres­i­dente del Moto­club Lazise pre­mierà i migliori moto­ci­clisti mascherati, che han­no parte­ci­pa­to alla due giorni di Lazise. Al mar­ci­apiè invece inizia la fes­ta il 4 mar­zo, mart­edì, ulti­mo di carnevale. E pro­prio lì, sul mar­ci­apiè imbandier­a­to a fes­ta, saran­no col­lo­cate le urne per la elezione del nuo­vo capo Valar che guiderà la con­tra­da per tut­to il 2003. Anche al mar­ci­apiè sarà pos­si­bile trovare di che far­si la boc­ca, dal momen­to che per tut­to il mart­edì gras­so ver­ran­no offer­ti otti­mo Bar­dolino, aole fritte, mine­strone di magro, bon­dola e tante altre spe­cial­ità tipiche del lago. Mer­coledì delle ceneri, pri­mo giorno di quares­i­ma, ver­ran­no offer­ti soltan­to piat­ti rig­orosa­mente di magro, ma la fes­ta con­tin­uerà indis­tur­ba­ta. Pro­prio iIn ques­ta gior­na­ta è pre­vista la chiusura delle urne, con imme­di­a­to spoglio delle schede e procla­mazione degli elet­ti. Musi­ca, danze, bal­li, alle­gria, per tut­ti. Chi­ud­erà la fes­ta il Papà del Gno­co, che oltre che alle maschere di Lazise porterà il pro­prio salu­to anche agli anziani alla casa di riposo.

Parole chiave: -