L'Associazione Pinter ringrazia la Provincia per il tunnel dei record, ma guarda avanti

«Caro Dellai, si ricordi della Ponale»

17/07/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

L’As­so­ci­azione «Ric­car­do Pin­ter» si unisce al coro degli applausi e ai com­pli­men­ti del pres­i­dente Ciampi per l’aper­tu­ra domeni­ca 8 luglio 2001, in tem­pi ristret­tis­si­mi da vero pri­ma­to, del­la nuo­va gal­le­ria sul­la . Il sol­lie­vo dei rivani, dei limone­si, dei tur­isti e degli auto­mo­bilisti per la ria­per­tu­ra al traf­fi­co non deve comunque far dimen­ti­care, sec­on­do il grup­po cul­tur­ale pre­siedu­to da Graziano Ric­cadon­na, la mole di lavoro che anco­ra attende le pub­bliche ammin­is­trazioni, sia a liv­el­lo provin­ciale che comu­nale, riguar­do alla Garde­sana e alla sovras­tante stra­da del­la Ponale. E’ per questo moti­vo che lo stes­so Ric­cadon­na fir­ma una let­tera ind­i­riz­za­ta al pres­i­dente del­la Giun­ta provin­ciale, Loren­zo Del­lai. Una let­tera dove si fa notare che l’im­boc­co dal­la parte di Riva del­la nuo­va gal­le­ria ha «annul­la­to» il col­lega­men­to con la vec­chia dismes­sa Ponale, can­cel­lan­do ogni comu­ni­cazione in tal sen­so e finanche la pos­si­bil­ità di accedere al Belvedere nonchè all’area prospiciente l’en­tra­ta in gal­le­ria. «Con­sapevoli degli intral­ci buro­crati­ci e delle dif­fi­coltà eco­nomiche ‑scrive l’As­so­ci­azione Pin­ter a Del­lai — siamo a chiedere ogni sfor­zo pos­si­bile al fine di real­iz­zare quan­to pre­vis­to nel prog­et­to iniziale: il col­lega­men­to viario con la Ponale gra­zie alla stra­da in sali­ta pri­ma del­l’at­tuale biv­io del­la Garde­sana, che pos­sa con­giunger­si con il vec­chio trac­cia­to. Il recu­pero del­l’ac­ces­so alla Ponale si impone come logi­co com­ple­ta­men­to del­l’­opera sul­la Garde­sana: nat­u­ral­mente questo las­cia impregiu­di­ca­to l’u­ti­liz­zo futuro del­la Ponale, che potrà essere las­ci­a­to libero come pista pedonale e . In questo sen­so del resto si era­no pro­nun­ci­ate le 10.000 per­sone che han­no fir­ma­to lo scor­so anno la richi­es­ta per la salvez­za del­la Ponale come sen­tiero o trac­cia­to mon­tano a lib­era percorrenza.Accanto al recu­pero del­l’ac­ces­so e del­la Ponale nel suo com­p­lesso, prob­le­mi di manuten­zione com­por­ta anche il “relit­to” del­la vec­chia Garde­sana dismes­sa, tra l’im­boc­co e lo Sper­one, soprat­tut­to in vista di un riu­ti­liz­zo in casi d’e­mer­gen­za, già ven­ti­la­to del resto anche per la Ponale, oppure come passeg­gia­ta ciclo-pedonale fino allo Sper­one. A propos­i­to infine del­lo Sper­one anche lo scem­pio del­la spi­ag­gia, già ril­e­va­to dagli Ami­ci del­la Ter­ra, andrebbe can­cel­la­to o almeno mime­tiz­za­to adeguata­mente e con inter­ven­to risolutivo».La let­tera di Ric­cadon­na si chuiude con l’in­vi­to esplic­i­to a Del­lai a parte­ci­pare all’in­au­gu­razione del­la mostra di immag­i­ni e doc­u­men­ti «A pic­co sul lago», che avrà luo­go domeni­ca prossi­ma all’ex scuo­la mater­na di Bezzec­ca. La mostra è appun­to ded­i­ca­ta al 150º anniver­sario del­l’aper­tu­ra del­la stra­da del Ponale e vuole val­oriz­zare la sal­va­guardia di quel capolavoro.