«Il 2001 ha avuto un andamento positivo…..

Cartiera: un’annata positiva E adesso il Museo

Di Luca Delpozzo
s.z.

«Il 2001 ha avu­to un anda­men­to pos­i­ti­vo. Col poten­zi­a­men­to delle strut­ture e il rin­no­va­men­to tec­no­logi­co, la macchi­na Dec­i­ma e Undices­i­ma han­no rispos­to adeguata­mente alla con­cor­ren­za», ha det­to Giro­lamo Marchi, l’am­min­is­tra­tore del­e­ga­to del grup­po che, oltre alla cartiera di Toscolano Mader­no, com­prende sta­bil­i­men­ti in provin­cia di Vicen­za. Ottimis­mo anche da parte di papà Aldo, il pres­i­dente. Il tradizionale incon­tro per lo scam­bio degli auguri natal­izi tra la pro­pri­età, i diri­gen­ti (Fran­co Sane­si, Pietro Armelli­ni) e i lavo­ra­tori anziani, gui­dati da Fran­co Bom­bardieri, ha pos­to in rilie­vo il buon peri­o­do del­l’azien­da. A sua vol­ta Bom­bardieri, dopo avere ricorda­to l’at­tiv­ità svol­ta, ha par­la­to dei tre momen­ti più sig­ni­fica­tivi del 2002: l’or­ga­niz­zazione del con­cor­so let­ter­ario tra gli stu­den­ti delle Medie, in occa­sione del­la fes­ta del 1 mag­gio, il con i lavo­ra­tori delle cartiere di Valchi­ampo, Arzig­nano e Sarego, che si ter­rà sul , e l’in­au­gu­razione del a Maina Infe­ri­ore, nel­la tar­da pri­mav­era. Una strut­tura impor­tante a fini divul­ga­tivi, che rius­cirà a sti­mo­lare l’in­ter­esse ver­so la valle, unen­do la cul­tura al rispet­to del­l’am­bi­ente. Non è man­ca­to un cen­no alla visi­ta effet­tua­ta in fab­bri­ca dagli alun­ni delle scuole, accom­pa­g­nati dai lavo­ra­tori anziani, che han­no fat­to da gui­da. L’oc­ca­sione per sco­prire un mon­do nuo­vo. Al ter­mine del­l’in­con­tro e del­lo scam­bio di auguri, tut­ti in valle. Atten­den­do l’aper­tu­ra del a Maina, sono sta­ti esposti alcu­ni reper­ti in local­ità Palaz­zo. Un vero esem­pio di arche­olo­gia indus­tri­ale. Un modo per tenere in vita il ricor­do di quan­ti han­no sgob­ba­to, nel cor­so di 500 anni, nelle decine di fab­briche dis­sem­i­nate in quel­la zona.