L’associazione S. Cristoforo offre trasporti nei centri di cura e cerca operatori

Castiglione: appello ai volontari

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Diego Albano

«Cer­chi­amo nuovi ami­ci che pos­sano offrire un po’ del loro tem­po libero per aiutare chi ne ha bisog­no». L’appello arri­va da Fran­co Toninel­li, pres­i­dente del­la nuo­va asso­ci­azione sol­i­daris­ti­ca «San Cristo­foro», oper­a­ti­va a Cas­tiglione solo dal 18 gen­naio. Il sodal­izio con­ta già una trenti­na di volon­tari, ma accetta volen­tieri «rin­forzi»; purché siano muni­ti di patente B. La San Cristo­foro, infat­ti, si occu­pa del trasporto ver­so ospedali e cen­tri clin­i­ci chi­unque ha dif­fi­coltà a spostar­si in modo autonomo. «Ci occu­pi­amo di per­sone di ogni età — spie­ga Toninel­li — che non pos­sono rag­giun­gere i luoghi di cura da soli o non han­no nes­suno che le accom­pa­gna. Trasporti­amo anche i minori, ma solo se accom­pa­g­nati da un par­ente». I volon­tari accom­pa­g­nano diret­ta­mente gli assis­ti­ti all’interno delle strut­ture, e nat­u­ral­mente li ripor­tano a domi­cilio offren­do una prestazione indis­pens­abile per molti. «Sap­pi­amo bene che le strut­ture ospedaliere locali non pos­sono sod­dis­fare tutte le esi­gen­ze — con­tin­ua il pres­i­dente -; specie degli anziani, per i quali rag­giun­gere cen­tri anche vici­ni è davvero dif­fi­coltoso. In ques­ta pri­ma fase di attiv­ità, abbi­amo por­ta­to pazi­en­ti fino al San Raf­faele di ». Per ora la San Cristo­foro opera con una vet­tura offer­ta dal Comune in comoda­to, ma presto il par­co veicoli crescere. Per saperne di più, il cen­tro oper­a­ti­vo dell’associazione si tro­va a Cas­tiglione in via Ordani­no 1, nel Cen­tro comu­nale per anziani, e risponde allo 0376–671599 dal lunedì al ven­erdì dalle 9 alle 12.

Parole chiave: