Il Consiglio comunale ha approvato le opere per il triennio

Castion ridisegna la piazza. Cresce lo spazio per lo sport

10/10/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

La mag­gio­ran­za appro­va le vari­azioni di bilan­cio e tut­to il Con­siglio vota sì alla mod­i­fi­ca al rego­la­men­to per il grup­po comu­nale di volon­tari di , un’organizzazione stor­i­ca che si dis­tingue per la pre­dis­po­sizione all’aiuto dell’altro ed è carat­ter­iz­za­ta da un sen­so civi­co che non pare però comune a tut­ti i cit­ta­di­ni, gli ospi­ti e i tur­isti che pas­sano per il paese.Uno dei prob­le­mi emer­si durante la sedu­ta con­sil­iare, pre­oc­cu­pante per tut­ti, è infat­ti lo scon­sid­er­a­to abban­dono di immon­dizie, per cui è par­ti­to un severo piano di con­trol­lo che prevede sanzioni salate per chi viene bec­ca­to ad abban­donare rifiu­ti in giro.«C’è un con­fer­i­men­to indis­crim­i­na­to da parte dei pae­si lim­itrofi, che uti­liz­zano i nos­tri servizi a dis­capi­to dei cit­ta­di­ni», spie­ga l’assessore Sil­vano Tomè, con­fer­man­do la nota fat­ta da Giuseppe Pina­monte dell’opposizione Tre Pon­ti, a com­men­to delle mag­giori spese in bilan­cio legate anche all’emergenza rifiu­ti con Ca’ del Bue fer­mo e la dis­car­i­ca di Ca’Filissine chiusa. «È scor­ret­to che noi paghi­amo per la rac­col­ta delle immon­dizie di tut­ti. Occor­rerebbe fare con­trol­li e spostare i cas­sonet­ti dall’area del super­me­r­ca­to. Per­ché non ricor­rere a tele­camere?», ha sug­ger­i­to Pina­monte. L’assessore Tomè: «Ogni cas­sonet­to por­ta un ade­si­vo su cui sta scrit­to, in ital­iano e tedesco, il tipo di con­fer­i­men­to per­me­s­so. Sti­amo pre­dispo­nen­do anche cartel­li fis­si». E il sin­da­co, Fioren­zo Loren­zi­ni: «Le tele­camere cos­ti­tu­is­cono un deter­rente ma non risolvono il prob­le­ma». Era­no state usate l’anno scor­so a Mar­ci­a­ga: «La situ­azione nei parcheg­gi dove si trovano i cas­sonet­ti era dis­as­trosa per cui le ave­va­mo messe per indi­vid­uare chi abban­don­a­va rifiu­ti all’esterno», relaziona Tomè, «le sanzioni sono state 200, ci sono sta­ti una quar­an­ti­na di ricor­si, tutte le altre era­no state pagate». Inter­viene il vicesin­da­co, Fab­rizio De Bona: «Ora abbi­amo incar­i­ca­to la di fare con­trol­li con­tinui e sis­tem­ati­ci e abbi­amo inoltre sposta­to i cas­sonet­ti dal­la provinciale».A parte le mod­i­fiche con­tabili rel­a­tive a Ca’ Fil­is­sine, la vari­azione al bilan­cio di pre­vi­sione 2006 è sta­ta riper­cor­sa dal ragion­iere del Comune e riguar­da sia l’entrata che la spe­sa. Le pre­vi­sioni in entra­ta e in usci­ta sono aumen­tate di 22.651,23 euro per cui le risul­tanze finali del bilan­cio 2006 pareg­giano in 6.647.651,23 euro. Le prin­ci­pali vari­azioni riguardano l’utilizzo dell’avanzo di ammin­is­trazione vin­co­la­to 2005 per 17.868,51 euro des­ti­na­to a spese per la , la mag­giore entra­ta di 170.100 euro rel­a­ti­va alla ven­di­ta di un immo­bile comu­nale e des­ti­na­ta a spese di inves­ti­men­to, un’entrata di 72 mila euro per mutuo opere dell’acquedotto e una cor­rispon­dente voce in uscita.L’elenco dei lavori pub­bli­ci 2006/2008 è sta­to pro­pos­to da De Bona. Sono già sta­ti appal­tati i lavori di pavi­men­tazione di piaz­za Vit­to­rio Vene­to, a Cas­tion, con rel­a­tive opere di urban­iz­zazione (385mila euro, mutuo 279.453,48, con­trib­u­to del­la 105.546,52). Sono in cor­so la prog­et­tazione esec­u­ti­va dei lavori di riqual­i­fi­cazione degli impianti sportivi e l’ampliamento del­la palazz­i­na del ten­nis (320 mila euro, fon­di pro­pri 48.086, mutuo 182.479,67 con­trib­u­to regionale 95 mila).Per il 2007 è sta­to redat­to il prog­et­to defin­i­ti­vo per costru­ire un asi­lo nido per 30 bam­bi­ni ad Albarè:«Purtroppo», dice il sin­da­co, «non è anda­ta quest’anno a buon fine la richi­es­ta di con­trib­u­to alla Fon­dazione Cariverona, spe­ri­amo per l’anno prossi­mo. L’opera prevede un impor­to di un mil­ione di euro, di cui 905.000 di mutuo e 95mila di euro con­trib­u­to regionale». È poi in cor­so di prog­et­tazione esec­u­ti­va l’ecocentro in local­ità Per­ti­ca (180.000 euro).Per il 2008 è sta­to affida­to al tec­ni­co comu­nale lo stu­dio di fat­tibil­ità dell’ampliamento del cimitero (250 mila euro); si sta stu­dian­do un prog­et­to di mas­si­ma per sis­temare piaz­za e mar­ci­apiede a Mar­ci­a­ga (200mila euro); è sta­to redat­to il prog­et­to di mas­si­ma per la manuten­zione stra­or­di­nar­ia del cam­po sporti­vo in via Sant’Antonio (recinzione e illu­mi­nazione nuovi) per cui è sta­ta inoltra­ta richi­es­ta di con­trib­u­to in Regione.

Parole chiave: