Conclusa la seconda fase dei lavori con più spazio per l’accettazione dei passeggeri e più servizi Lavori sospesi per consentire l’intensa operatività estiva

Catullo, partenze più spaziose e funzionali

04/08/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

   A poco più di un anno dall’apertura dell’area ded­i­ca­ta alle nuove sale di imbar­co e ai con­trol­li di sicurez­za, si è con­clusa la sec­on­da fase dei lavori di ristrut­turazione che ha riguarda­to cir­ca 2.500mq del ter­mi­nal parten­ze del Cat­ul­lo.    Gra­zie alla ricon­fig­u­razione degli spazi, i passeg­geri potran­no da oggi usufruire di aree molto più ampie per l’espletamento delle oper­azioni di accettazione, siano essi uti­liz­za­tori dei voli char­ter o di lin­ea. A tale propos­i­to è sta­to real­iz­za­to un nuo­vo ban­co per i tour oper­a­tor men­tre il numero delle postazioni check-in è pas­sato dalle 34 del­la scor­sa estate a 40, oggi col­lo­cate nel­la medes­i­ma area e non più in due diver­si ter­mi­nal.    La rimozione del cantiere ha per­me­s­so inoltre di posizionare nel­la con­fig­u­razione defin­i­ti­va i nove varchi per i con­trol­li di sicurez­za, con­sen­ten­do un ulte­ri­ore ampli­a­men­to delle sale di imbar­co.    Gli inter­ven­ti effet­tuati han­no con­sen­ti­to inoltre di des­tinare ulte­ri­ori 500mq agli eser­cizi com­mer­ciali che oggi più che mai rive­stono una impor­tan­za strate­gi­ca per la soci­età di ges­tione e al tem­po stes­so cos­ti­tu­is­cono un servizio impre­scindibile  per i viag­gia­tori in parten­za, che potran­no da oggi con­tare su un’offerta di prodot­ti più ampia. “Questo inter­ven­to mod­i­fi­ca rad­i­cal­mente la fruibil­ità degli spazi in aero­por­to — ha com­men­ta­to il diret­tore gen­erale Clau­dio Boc­car­do. — Oggi il passeg­gero in parten­za ha una sen­sazione di spazio com­ple­ta­mente diver­sa. Ques­ta rior­ga­niz­zazione degli spazi ci con­sen­tirà inoltre di essere pron­ti quan­do il trend di cresci­ta dei passeg­geri ripren­derà dopo la crisi”. Par­al­le­la­mente agli inter­ven­ti in area passeg­geri è sta­to real­iz­za­to un nuo­vo bloc­co uffi­ci di cir­ca 600mq al pri­mo piano del ter­mi­nal; l’opera è sta­ta resa pos­si­bile dagli  inter­ven­ti di adegua­men­to strut­turale e anti­sis­mi­co operati lo scor­so anno durante la pri­ma fase di  ristrut­turazione dell’aerea parten­ze    Pre­sente all’incontro odier­no anche il sot­toseg­re­tario al Min­is­tero dei Trasporti Bar­tolomeo Giachi­no, che il pres­i­dente Bor­to­lazzi ha volu­to pub­bli­ca­mente ringraziare per aver ospi­ta­to, nel­la pro­pria sede romana, l’incontro – al quale han­no parte­ci­pa­to anche i ver­ti­ci dell’Aeronautica Mil­itare e i sot­toseg­re­tari Gior­get­ti, Branch­er e Croset­to — che ha per­me­s­so di miglio­rare l’attuale fase di tran­sizione rel­a­ti­va al  con­trol­lo del­lo spazio aereo del Catullo.