Catullo Spa e Vector Aviaton presentano il programma di attività full cargo per il 2013

31/05/2013 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Vector Aviation sceglie Brescia come Hub per l’Europa e come primo aeroporto per l’avvio dell’attività in Italia

Vec­tor Avi­a­tion sceglie l’aeroporto di Bres­cia Mon­tichiari come base del­la pro­pria attiv­ità in Europa e l’avvio delle pro­prie oper­azioni in Italia. L’aeroporto mon­te­clarense, gesti­to in con­ces­sione totale dal­la Cat­ul­lo Spa, sarà il ter­zo hub del net­work di Vec­tor Avi­a­tion, oltre allo sca­lo di Ho Chi Minh City e ad un ulte­ri­ore sca­lo asi­ati­co che sarà hub inter­me­dio per i flus­si. Gli inves­ti­men­ti pre­visti per l’avvio delle attiv­ità da parte del part­ner viet­na­mi­ta sono sti­mati in 15 mil­ioni di dol­lari.

Ambasciatore Vietnam

ph ldp

Alla con­feren­za stam­pa di pre­sen­tazione delle oper­azioni era­no pre­sen­ti rap­p­re­sen­tan­ti del mon­do politi­co, isti­tuzionale ed eco­nom­i­co, tra cui il Dr. Nguyen Hoang Long Ambas­ci­a­tore del­la R.S del Viet­nam nel­la Repub­bli­ca Ital­iana, il Sin­da­co di Mon­tichiari Ele­na Zanola, il Prefet­to di Bres­cia Nar­cisa Brass­esco Pace, il Pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia . Pre­sen­ti anche i rap­p­re­sen­tan­ti delle prin­ci­pali asso­ci­azioni di cat­e­go­ria come la Cam­era di Com­mer­cio di Verona, la Con­find­us­tria, la Coldiret­ti, Con­f­com­mer­cio e molti rap­p­re­sen­tan­ti del mon­do eco­nom­i­co e del­la logis­ti­ca.

Il Pro­fes­sor Luciano Pilot­ti, DEMM — Depart­ment of Eco­nom­ics, Man­age­ment and Quan­ti­ta­tive Meth­ods dell’Università di Milano ha trac­cia­to lo sce­nario attuale del traf­fi­co car­go e la sua evoluzione. Mon­tichiari può essere un’op­por­tu­nità se svilup­pa­to adeguata­mente nelle mer­ci e con fun­zioni di sup­por­to spe­cial­iz­za­to agli aero­por­ti di area ormai sat­uri.

Vec­tor Avi­a­tion inve­stirà su Bres­cia per­ché è un’infrastruttura eccel­lente, spe­cial­iz­za­ta all car­go e al cen­tro di una delle aree più pro­dut­tive d’Europa. Sen­za la con­ges­tione che affligge altri aero­por­ti europei, lo sca­lo bres­ciano è carat­ter­iz­za­to da alcu­ni sig­ni­fica­tivi van­tag­gi com­pet­i­tivi.

Tra questi si evi­den­zia la pos­si­bil­ità di oper­are in not­tur­na sen­za inter­ferire con aree urbane, l’accessibilità garan­ti­ta dalle nuove infra­strut­ture stradali e fer­roviarie fun­zion­ali allo sca­lo (come la BRE-BE-MI che, entro il 2013, per­me­t­terà di col­le­gare in trenta minu­ti lo sca­lo bres­ciano alle aree sit­u­ate ad est di Milano, dove in larga misura sono col­lo­cati i prin­ci­pali oper­a­tori logis­ti­ci), la pre­sen­za di infra­strut­ture nuove e non sat­ure sul­lo sca­lo (11.000 mq di mag­a­zz­i­ni mer­ci, 1.000 mq di uffi­ci), con per­son­ale qual­i­fi­ca­to con speci­fi­co know-how car­go.

Aeroporto Montichiari esterno

ph ldp

L’aeroporto mon­te­clarense è inoltre sit­u­a­to all’in­ter­no del­l’area padana, una delle zone più popolose ed eco­nomi­ca­mente più svilup­pate d’I­talia, con cir­ca 20 mil­ioni di abi­tan­ti (33% del­la popo­lazione ital­iana), 1,8 mil­ioni di imp­rese (33% sul totale Italia), un PIL gen­er­a­to pari a ca. 600 mil­iar­di di Euro (cor­rispon­dente a cir­ca il 40% del PIL nazionale), nonché una movi­men­tazione mer­ci in impor­tazione ed esportazione che è pari al 54% del totale ital­iano.

L’Italia è uno dei pochi Pae­si europei che può garan­tire mer­ci sul­la diret­trice Europa-South East Asia e l’aeroporto di Bres­cia ha la carat­ter­is­tiche infra­strut­turali che rispon­dono alle nos­tre esi­gen­ze – ha dichiara­to Do Xuan Quang, Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to Vec­tor Avi­a­tion – Ci impeg­ner­e­mo per queste oper­azioni con un inves­ti­men­to di cir­ca 15 mil­ioni di dol­lari all’anno per i soli costi oper­a­tivi. L’entità dell’investimento dà la misura di quan­to cre­di­amo nel prog­et­to”.

Vec­tor Avi­a­tion non ha al momen­to altre attiv­ità in Italia, oltre a questo prog­et­to. Ma vor­rem­mo che questo fos­se lo start up di una lun­ga serie – ha aggiun­to Liv­io Arizzi, Vice Pres­i­dent Vec­tor Avi­a­tion — Rap­p­re­sen­ti­amo 32 com­pag­nie aeree car­go e passeg­geri, abbi­amo una forte rep­utazione come GSA (Gen­er­al Sales Agent)[1] in Asia e ope­ri­amo sec­on­do il con­cet­to di total car­go man­age­ment per diverse com­pag­nie, gra­zie anche alla forte part­ner­ship con­sol­i­da­ta con l’industria del­la logis­ti­ca in Asia”.

Annun­cian­do l’inizio delle oper­azioni per il prossi­mo 4 otto­bre, il Pres­i­dente del­la Cat­ul­lo Spa ha dichiara­to: “Vec­tor ci pone un’importante sfi­da e con loro si apre per l’aeroporto e il ter­ri­to­rio una grande oppor­tu­nità che può essere pien­amente accol­ta solo lavo­ran­do insieme. Il nuo­vo volo apre al ter­ri­to­rio nuovi oriz­zon­ti e oppor­tu­nità di busi­ness. Il pro­gram­ma prevede di col­le­gare il sud-est asi­ati­co (Thai­lan­dia, Laos, Cam­bo­gia, Viet­nam ed Indone­sia) con l’Eu­ropa, facen­do base all’aero­por­to di Bres­cia. La mer­ce, che arriverà a Bres­cia, sarà poi smis­ta­ta ver­so des­ti­nazioni europee. – il Pres­i­dente Are­na ha pros­e­gui­to — C’è poi la grande oppor­tu­nità di esportare in Viet­nam e nel sud-est asi­ati­co. Solo il Viet­nam ha una popo­lazione di 90 mil­ioni di abi­tan­ti con un PIL cresci­u­to negli ulti­mi dieci anni fra il 7–9%”.

Abbi­amo cre­du­to molto nelle poten­zial­ità di questo aero­por­to – ha com­men­ta­to il Pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia Daniele Mol­go­ra – lo svilup­po di questi voli avrà ris­volti impor­tan­ti per il ter­ri­to­rio, in ter­mi­ni di indot­to eco­nom­i­co e occu­pazionale. Gli stu­di di set­tore par­lano di 600 nuovi posti di lavoro, com­pre­si all’interno del­la fil­iera logis­ti­ca cor­re­la­ta a tut­ta l’attività di movi­men­tazione del­la mer­ce, ogni 100.000 ton­nel­late in più di mer­ce trasporta­ta”

Bres­cia dovrà dimostrare di essere real­mente capace di com­petere con i gran­di hub europei come Ams­ter­dam, Fran­co­forte, Brux­elles — ha con­clu­so Carmine Bas­set­ti, Diret­tore Gen­erale Cat­ul­lo Spa — dimostran­do di essere alta­mente flessibili e oper­a­tivi 24ore. Se sare­mo in gra­do di affrontare pos­i­ti­va­mente ques­ta sfi­da, Vec­tor è disponi­bile a sos­ti­tuire dopo 6 mesi Airbus330–freighter (pay­load 65–70 tons) con un aero­mo­bili di grande capac­ità come B747-400F”.

Aeroporto Montichiari magazzini

ph ldp

Vec­tor Avi­a­tion è una soci­età viet­na­mi­ta quo­ta­ta in Bor­sa, con una parte­ci­pazione del 25% del­lo sta­to Viet­na­mi­ta, che opera nel set­tore dei “servizi avi­a­tion” con exper­tise nel cam­po del GSSA, Char­ter Bro­ker, Con­sul­tan­cy, Train­ing, IT Dis­tri­b­u­tion e Car­go Man­age­ment. Attual­mente Vec­tor Avi­a­tion gestisce 32 com­pag­nie aeree in Viet­nam e dispone di 8 aerei passeg­geri e 2 veliv­oli all car­go.

L’aeroporto di Bres­cia Mon­tichiari è gesti­to in con­ces­sione totale dal­la Cat­ul­lo Spa, che gestisce anche l’aeroporto di Verona. L’aero­por­to di Bres­cia, hub di Poste Ital­iane, ha svilup­pa­to un’area apposi­ta­mente ded­i­ca­ta al traf­fi­co mer­ci. Il Car­go Cen­ter dispone di infra­strut­ture all’avanguardia per la miglior ges­tione del traf­fi­co mer­ci avio e camion­a­to: 11.000 mq di mag­a­zz­i­ni mer­ci, 1.000 mq di uffi­ci. E’ oper­a­ti­vo h 24, 7 giorni alla set­ti­mana. Ha capac­ità attuale di movi­men­tazione oltre 110.000 tonnellate/anno. Rapi­do e diret­to acces­so al net­work stradale.

Le oppor­tu­nità di scam­bi com­mer­ciali con il Viet­nam. La popo­lazione del Viet­nam (più di 90 mil­ioni di abi­tan­ti) è molto gio­vane (un quar­to ha meno di 15 anni e più del­la metà meno di 30). Il PIL, nel­l’ul­ti­mo decen­nio, è cresci­u­to del 7 — 9% l’an­no, tra i più alti tas­si di cresci­ta reg­is­trati in tut­to il mon­do. Un numero sem­pre mag­giore di abi­tan­ti doman­da prodot­ti di con­sumo di qual­ità supe­ri­ore. Il Paese pre­sen­ta un Sud mag­gior­mente indus­tri­al­iz­za­to e un Nord più den­sa­mente abi­ta­to ed imp­ie­ga­to preva­len­te­mente in agri­coltura. La cap­i­tale è Hanoi e i prin­ci­pali por­ti sono Cam Pha Port, Da Nang, Hai Phong, Ho Chi Minh City, Phu My, Quy Nhon.

La cresci­ta del set­tore ali­menta­re viet­na­mi­ta e l’au­men­to del­la lib­er­al­iz­zazione del com­mer­cio offre una sig­ni­fica­ti­va oppor­tu­nità di mer­ca­to per le aziende ali­men­ta­ri. Inoltre, con la cresci­ta del set­tore del­la trasfor­mazione ali­menta­re il Viet­nam sta diven­tan­do un impor­tante con­suma­tore di ingre­di­en­ti ali­men­ta­ri des­ti­nati ad una suc­ces­si­va trasfor­mazione.

I con­suma­tori più abbi­en­ti e con una pre­dis­po­sizione cul­tur­ale a spendere per i prodot­ti ali­men­ta­ri sono, ovvi­a­mente, pre­sen­ti nei gran­di cen­tri urbani di Ho Chi Minh City, Hanoi, Danang, Hai Phong e Can Tho. Tale spe­sa è effet­tua­ta preva­len­te­mente per il con­sumo ester­no o pres­so la GDO o altri pun­ti ven­di­ta qual­i­fi­cati. Tut­tavia, come per ogni mer­ca­to emer­gente, una delle sfide prin­ci­pali è la ges­tione del­la cate­na logis­ti­ca, la com­pren­sione dei req­ui­si­ti per l’importazione e la pos­si­bil­ità di garan­tire che la mer­ce pos­sa essere con­seg­na­ta. Fonti: Anal­isi di mer­ca­to sul Viet­nam prove­ni­en­ti da Agen­zia ICE e Ambas­ci­a­ta ital­iana ad Hanoi e il Trade Mar­ket Data­base del­la Com­mis­sione euro­pea.

Aeroporto Montichiari ingresso

ph ldp

Accor­di inter­nazion­ali

Il Viet­nam è un mem­bro dei seguen­ti trat­tati e ha fir­ma­to gli accor­di di segui­to indi­cati:

ASEAN Free Trade Agree­ment (AFTA)

Asia-Pacif­ic Eco­nom­ic Coop­er­a­tion (APEC)

Asso­ci­azione delle Nazioni del Sud­est Asi­ati­co (ASEAN)

Con­ven­zione inter­nazionale sul sis­tema armo­niz­za­to di des­ig­nazione e di cod­i­fi­cazione (con­ven­zione SA)

Con­ven­zione inter­nazionale per la sem­pli­fi­cazione e l’ar­mo­niz­zazione dei regi­mi doganali

Orga­niz­zazione mon­di­ale delle dogane (OMD)

Orga­niz­zazione mon­di­ale del com­mer­cio (OMC).

 

 

 

 

Parole chiave: -