Il viadotto resterà in funzione fino al primo maggio, poi sarà chiuso per finire i lavori

Cavalcavia aperto per Pasqua

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Il sovrap­pas­so sul­la roton­da di Cav­al­caselle sarà aper­to nei giorni imme­di­ata­mente prece­den­ti la Pasqua. La deci­sione è sta­ta pre­sa mer­coledì dopo il sopral­lu­o­go dei tec­ni­ci di Anas, Vene­to Strade, Autostrade Bren­nero e Serenis­si­ma e forze dell’ordine deciso dal prefet­to di Verona Italia For­tu­nati nel­la mat­ti­na­ta del­lo stes­so giorno, a con­clu­sione dell’incontro con­vo­ca­to insieme ai sin­daci delle local­ità inter­es­sate alla statale 11 e all’area del bas­so Garda.Il cav­al­cavia sul­la roton­da di Cav­al­caselle funge da rac­cor­do tra il trat­to real­iz­za­to di vari­ante alla ex statale 11 ( dal casel­lo autostradale di Peschiera del­la — Venezia alla roton­da) e la super­stra­da per Affi. «Abbi­amo tut­ti con­corda­to che pro­prio questo cav­al­cavia rischia di diventare il nuo­vo imb­u­to in cui si dovrà incanalare il flus­so, cer­ta­mente ele­va­to, di veicoli e traf­fi­co pesante che calerà sulle nos­tre strade in occa­sione dei prossi­mi fine set­ti­mana», ha spie­ga­to Mau­r­izio Bernar­di, sin­da­co di Castel­n­uo­vo, «d’altra parte va sfrut­ta­to il van­tag­gio dato dall’apertura al traf­fi­co del trat­to di vari­ante real­iz­za­ta. Ecco per­ché abbi­amo con­di­vi­so l’opinione di aprire, sep­pure tem­po­ranea­mente, il cav­al­cavia e ci siamo tut­ti impeg­nati a fare quan­to occorre per garan­tire la sicurez­za di chi viaggia».Il pun­to più criti­co è sta­to indi­vid­u­a­to nel trat­to di super­stra­da in avvic­i­na­men­to alla roton­da. «Chi arri­va da Affi e va ver­so sud, sia ver­so il lago che ver­so il casel­lo di Peschiera, deve essere avvisato per tem­po che ben pri­ma del­la roton­da dovrà pas­sare dalle due cor­sie del­la super­stra­da ad un’unica cor­sia di mar­cia», spie­ga Bernar­di. «Questo restring­i­men­to e il con­seguente ris­chio di code sarà seg­nala­to con i por­tali e la seg­nalet­i­ca lumi­nosa su car­rel­li mes­si a dis­po­sizione dall’autostrada e posizionati sulle piaz­zole del­la super­stra­da. Inoltre», con­tin­ua il sin­da­co, «gli auto­mo­bilisti e gli autisti di mezzi pesan­ti che arrivano dal­la stes­sa direzione tro­ver­an­no chiare indi­cazioni per capire se devono restare sul cav­al­cavia, e di lì pren­dere la vari­ante sino al casel­lo di Peschiera, oppure scen­dere in roton­da da dove partono le diret­tri­ci per le local­ità e i parchi a tema del ».Queste le mis­ure che saran­no adot­tate per garan­tire l’apertura del cav­al­cavia da Pasqua al 1° mag­gio. Dopo quel­la data il sovrap­pas­so ver­rà chiu­so per real­iz­zare le opere di illu­mi­nazione e di sis­temazione dei guard-rail nec­es­sare all’apertura defin­i­ti­va del­la struttura.«I lavori sono già pro­gram­mati e il nos­tro Comune», sot­to­lin­ea Bernar­di, «sta proce­den­do con le ordi­nazioni dei mate­ri­ali nec­es­sari. Penserà Castel­n­uo­vo a real­iz­zare gli inter­ven­ti che ricev­er­an­no, però, un finanzi­a­men­to da Anas. Con­ti­amo di ulti­mare tut­to pri­ma dell’inizio del­la sta­gione estiva».Tutto pron­to, dunque, per far fronte alla cala­ta di autove­icoli atte­sa e aus­pi­ca­ta dagli oper­a­tori tur­is­ti­ci, già da Pasqua. «Le espe­rien­ze soprat­tut­to del­lo scor­so anno ci han­no per­me­s­so di con­frontar­ci sul­la base di ele­men­ti con­creti acquisi­ti», inter­viene il sin­da­co di Peschiera , «le forze dell’ordine saran­no pre­sen­ti nei pun­ti mag­gior­mente crit­i­ci come gli incro­ci e i rac­cor­di stradali; sarà anche cura­ta una mag­giore divul­gazione e infor­mazione sul­la situ­azione del traf­fi­co nell’area del bas­so Gar­da, situ­azione che sarà mon­i­tora­ta anche dall’alto con l’impiego di ultra­leg­geri ed elicotteri».Subito dopo Pasqua è pre­vis­to un nuo­vo incon­tro: al vaglio i risul­tati prodot­ti sul cam­po dalle mis­ure adot­tate e gli even­tu­ali cor­ret­tivi da apportare.

Parole chiave: -