Cena multietnica e Festa dei popoli a Colà di Lazise

05/04/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Aspet­tan­do la cena mul­tiet­ni­ca e la Fes­ta dei Popoli di Colà, che nel peri­o­do esti­vo ver­ran­no ripro­poste e cal­en­dariz­zate, a cura del Grup­po Mis­sion­ari di Colà, il Cen­tro Gio­vanile Par­roc­chiale ed il Grup­po Mis­sion­ario Par­roc­chiale di Colà, han­no deciso di porre in essere una rif­les­sione sul tema attualis­si­mo dei profughi e dei rifu­giati.

Vogliamo evi­den­ziare — spie­ga il par­ro­co Don Achille — l’im­peg­no delle nos­tre par­roc­chie, dei cris­tiani, del­la Car­i­tas dioce­sana nel­la accoglien­za di tante per­sone che stan­no fuggen­do dal­la loro ter­ra natia per non cadere sot­to il fuo­co del­la guer­ra e del­la fame.”

L’ap­pun­ta­men­to è fis­sato pres­so il Cen­tro Gio­vanile Par­roc­chiale nel­la ser­a­ta di mer­coledì 6 aprile alle 20,45 per appro­fondire il tema: L’ac­coglien­za in atto tra noi.

Guider­an­no la rif­les­sione, aper­ta a tut­ti: Michele Righet­ti, diret­tore del­la casa di accoglien­za Il Samar­i­tano di Verona, Lisa Guer­ra­to, oper­a­trice del­la Car­i­tas Dioce­sana.

Ospi­ti i quat­tro gio­vani immi­grati, richieden­ti asi­lo politi­co, di nazion­al­ità pak­istana, che da alcun giorni sono giun­ti a Lazise e vivono nel­l’ap­par­ta­men­to mes­so a dis­po­sizione del­la par­roc­chia in una zona poco dis­tante dal cen­tro. Gli immi­grati sono coor­di­nati e vig­i­lati dal­la Car­i­tas Dioce­sana che si inter­es­sa anche del loro man­ten­i­men­to e delle spese rel­a­tive ai con­su­mi ed ai servizi del­l’im­mo­bile loro con­ces­so in uso.

Va ricorda­to che la par­roc­chia di Lazise è la pri­ma e l’u­ni­ca del­la vic­aria del Lago di Gar­da ad assumer­si l’onere e l’in­vi­to lan­ci­a­to da a favore dei profughi.

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: