Cent’anni fa… La Grande Guerra, ricordata nella Torre di San Martino della Battaglia

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

24 Aprile 2016: non è la data di una dichiarazione di guer­ra, ma sarà quel­la dell’inau­gu­razione di una mostra col bot­to: quel­la sul­la Pri­ma Guer­ra Mon­di­ale: “Cent’anni fa… La Grande Guer­ra”, allesti­ta nel­la gal­le­ria del tam­buro del­la Torre di San Mar­ti­no dal­l’As­so­ci­azione “XX Sec­o­lo” e dal­l’As­so­ci­azione Stor­i­ca “Cime e trincee”.

E’ trascor­so solo un sec­o­lo dal pri­mo con­flit­to mon­di­ale: era il 24 mag­gio 1915 quan­do il Reg­no d’Italia entrò in guer­ra con­tro l’Impero aus­tro ungari­co, schieran­dosi a fian­co del­la Trip­lice Inte­sa. Pro­prio su queste colline, 56 anni pri­ma, il 24 giug­no 1859, si com­bat­té  una delle battaglie più cru­ente del­la Sec­on­da Guer­ra d’Indipendenza con­tro lo stes­so nemi­co. Per fare l’Italia servi­ran­no anco­ra altri anni, altre battaglie: ed il  proces­so uni­tario ital­iano ver­rà davvero por­ta­to a com­pi­men­to solo con la con­clu­sione del­la Grande Guer­ra, nel 1918. Pro­prio per questo forte legame tra le battaglie risorg­i­men­tali e la Pri­ma Guer­ra Mon­di­ale, alla Torre di San Mar­ti­no esiste già una sala che la com­mem­o­ra, al pri­mo piano, dove i volti sca­v­ati e gli sguar­di assen­ti dei dip­in­ti di Fran­co Fer­len­ga tra­ducono il dolore e l’atrocità degli anni in trincea.

La novità di ques­ta mostra, che ver­rà inau­gu­ra­ta domeni­ca 24 Aprile alle ore 11.30, con­siste però nel portare nuove tes­ti­mo­ni­anze di quel peri­o­do: ricor­di, armi, divise, sup­pel­let­tili… ver­ran­no esposti ogget­ti appartenu­ti ai sol­dati, cias­cuno dei quali mes­sag­gero silen­zioso di una sto­ria uni­ca e irripetibile. Michele Tofanel­li, uno degli allesti­tori: “Sti­amo alles­ten­do la mostra “Cen­t’an­ni fa… la Grande Guer­ra” che rimar­rà espos­ta nelle sale ded­i­cate appun­to alla Grande Guer­ra.

Ringrazi­amo Luca Lizzeri, coor­di­na­tore del prog­et­to, che ci ha dato l’op­por­tu­nità di parte­ci­pare allo svilup­po di ques­ta mostra in uno dei più impor­tan­ti tem­pli del Risorg­i­men­to.” La mostra, cura­ta dal­la Soci­età Solferi­no e San Mar­ti­no, dal­l’as­so­ci­azione “ XX sec­o­lo” e dal­l’As­so­ci­azione Stor­i­ca “Cime e trincee”, ha vis­to la col­lab­o­razione di diverse realtà: Anget sezione di Bres­cia, Bunker Tour Raven­na, Vivere la Sto­ria, Quo­ta 33, Bunkerand­more, Asso­ci­azione Museo del­la Melara, Reg­istro ital­iano Giu­lia e Faro Tri­col­ore. L’e­s­po­sizione sarà aper­ta negli stes­si orari del­la Torre e del Museo: tut­ti i giorni, dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 19:00. L’in­gres­so è com­pre­so nel nor­male bigli­et­to al Com­p­lesso Mon­u­men­tale.  www.solferinoesanmartino.it

 

Parole chiave: