Centocinquanta alberi per quattro parchi a Sirmione

26/03/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Piantare nuovi alberi è un’attività che fa bene alla natu­ra, all’uomo e anche al tur­is­mo. Un cit­tadi­no passeg­gia più volen­tieri tra i viali alberati o nei parchi ombrosi e un vil­leg­giante tor­na volen­tieri in vacan­za dove il verde è cura­to e rigoglioso.

Non man­cano a Sirmione gli spazi ver­di, tra parchi, gia­r­di­ni e aiuole. E il recente inter­ven­to di piantu­mazione va pro­prio a val­oriz­zare uno dei parchi cit­ta­di­ni: la zona verde alla rota­to­ria di Lugana Vec­chia tra via Mon­tel­lo e via Orti­gara, dal 2005 nom­i­na­to par­co Mon­tel­lo, in ricor­do del­la battaglia del Sol­stizio sul Mon­tel­lo – la sec­on­da battaglia del Piave – com­bat­tuta nel 1918.

La mes­sa a dimo­ra di 150 piante è in fase di com­ple­ta­men­to in questi giorni e sono ben otto le essen­ze pre­sen­ti: olmo campestre, frassi­no, bago­laro (det­to anche spac­casas­si o romiglia), pla­tano, noce del Cau­ca­so, quer­cia palus­tre, liri­o­den­dro o albero dei tuli­pani e carpino v.

«Abbi­amo scel­to di man­tenere un aspet­to infor­male e nat­u­rale del par­co – spie­ga l’assessore ai Lavori pub­bli­ci Mau­r­izio Fer­rari – con essen­ze che si inseriscono nel nos­tro ter­ri­to­rio in maniera nat­u­rale, la mag­gior parte tipiche del nos­tro eco­sis­tema, e ripro­po­nen­do una dis­tribuzione degli alberi tipo “boschet­to inglese”. L’area verde, sit­u­a­ta a pochi pas­si dal­lo sta­bil­i­men­to ter­male, nel­la bel­la sta­gione è attra­ver­sa­ta da per­sone  pie­di, che prossi­ma­mente potrà godere delle fronde ombrose dei nuovi alberi».

L’investimento com­p­lessi­vo sostenu­to dal Comune per l’intervento di piantu­mazione è di 30mila euro, gra­zie all’economia di ges­tione appli­ca­ta dal­la Coop­er­a­ti­va La Casci­na che già cura il verde pub­bli­co di Sirmione. Il par­co Mon­tel­lo si estende per 16.400 mq e fu inti­to­la­to uffi­cial­mente con delib­era di Giun­ta il 10 gen­naio del 2005, in occa­sione del 90° anniver­sario dell’inizio del­la Pri­ma guer­ra mon­di­ale.

Quel­lo di via Mon­tel­lo, aggiunge l’assessore Fer­rari, «non è un inter­ven­to iso­la­to. Sono infat­ti in cor­so lavori di riqual­i­fi­cazione in altri tre parchi: il par­co Durighel­lo di Colom­bare, dove abbi­amo volu­to creare un col­lega­men­to pedonale tra via Colom­bare e via Roma e la vic­i­na chiesa par­roc­chiale; i parchi del cen­tro stori­co Don Lino Zorzi e Tomel­leri, in cui sono state piantate essen­ze clas­siche mediter­ra­nee (mir­to, salvia, ros­mari­no…) in armo­nia con la cor­nice nat­u­rale delle . Qui, in par­ti­co­lare, abbi­amo incre­men­ta­to il tap­peto erboso con specie “macroterme”, che resistono bene alla sic­c­ità e non han­no bisog­no di irrigazione».

Entro fine aprile il restyling dei tre parchi sarà con­clu­so con nuovi vialet­ti per l’attraversamento pedonale, impianti di irrigazione, sis­temazione dell’erba e aggiun­ta di cespugli e arbusti.

 

 

Parole chiave: