Il 10 settembre saranno in acqua 400 barche: in gara sulle Libera anche atleti iridati. La boa a Torri allunga il percorso visibile dalla costa scaligera

Centomiglia da campioni

Di Luca Delpozzo
(l.b.)

Saba­to 10 set­tem­bre andrà in sce­na l’edizione numero 55 del­la , la rega­ta più bla­sonata e cele­bre del , insieme all’Intervela di Riva, che a sua vol­ta è giun­ta a 55 anni di esisten­za. Già ques­ta domeni­ca, però, il 4, molti degli equipag­gi che saran­no impeg­nati in Cen­tomiglia si scalder­an­no i mus­coli con il , che si svilup­pa sulle stesse rotte del­la Cen­tomiglia ma solo nel Gar­da set­ten­tri­onale. La Cen­tomiglia quest’anno diven­ta anco­ra più inter­es­sante per la spon­da scalig­era, in quan­to pre­sen­ta una boa in più in acque verone­si. Alle ormai tradizion­ali boe fis­sate davan­ti a Navene, Mal­ce­sine, e davan­ti alla local­ità Acquafres­ca, a Bren­zone, la mara­tona vel­i­ca del Gar­da aggiungerà pure un pas­sag­gio davan­ti a Tor­ri del Bena­co, obbli­ga­to­rio per tut­ta la flot­ta. Questo sig­nifi­ca, in ter­mi­ni di spet­ta­co­lo per chi vor­rà osser­vare la rega­ta a bor­do lago, che le cir­ca quat­tro­cen­to imbar­cazioni di tutte le stazze — dai gran­di e spet­ta­co­lari Lib­era che si con­tendono come da copi­one la vit­to­ria asso­lu­ta, alle più pic­cole imbar­cazioni Crociera e Monotipo — iscritte alla rega­ta dovran­no bor­deg­gia­re sot­to­cos­ta tra il por­tic­ci­o­lo tor­re­sano e pun­ta San Vig­ilio, pri­ma di affrontare il bas­so lago e cer­care di doppi­are la boa di Desen­zano. Da qui dovran­no risalire fino a Bogli­a­co di Gargnano, dove si con­clud­erà la cir­cum­nav­igazione del più grande lago d’Italia. Tra i pro­tag­o­nisti asso­lu­ti di ques­ta com­pe­tizione ci sono tra gli altri l’iridato, con l’olimpica Stel­la, Rober­to Bena­mati (del club Fraglia Vela Mal­ce­sine), vinci­tore anche di sei Cen­tomiglia, l’ultima pro­prio l’anno scor­so, che è al tim­o­ne del Lib­era Principes­sa. Su ques­ta imbar­cazione, arma­ta dall’austriaco Joshi Ent­ner, Rober­to Bena­mati ha volu­to con sé anche Manuel Mod­e­na (del Cir­co­lo nau­ti­co di Bren­zone), che abban­don­erà così per pochi giorni il team del con­sorzio Pra­da Luna Rossa, con il quale sta parte­ci­pan­do alle fasi pre­lim­i­nari di Cop­pa Amer­i­ca. Anche sul Lib­era Principes­sa Mod­e­na si occu­perà del­la rego­lazione del­la ran­da. L’altro veronese che fa parte dell’equipaggio mis­to aus­tro-ita­lo-tedesco che parte tra i favoriti del­la Cen­tomiglia, è il vet­er­a­no Max Favet­ta, del­la Lega navale ital­iana di Gar­da). La parten­za del­la Cen­tomiglia si può vedere a Castel­let­to alle 8.30; le prime vele saran­no tra Mal­ce­sine e Tor­bole tra le 10 e le 11, passer­an­no ver­so Assen­za di Bren­zone a mez­zo­giorno. La nuo­va boa di Tor­ri sarà rag­giun­ta invece non pri­ma delle 14 o 15. La rega­ta pros­eguirà quin­di in acque bres­ciane, per con­clud­er­si a Bogli­a­co. Una vera e pro­pria mara­tona, che per parec­chie imbar­cazioni si con­clud­erà soltan­to a notte fatta.