L’Associazione onlus La Nostra Casa si prepara a festeggiare il Natale raccontando, come sua consuetudine ormai, ai suoi sostenitori l’attività svolta e quella da svolgere.

Centro e comunità alla «Nostra casa»

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

L’Associazione onlus La Nos­tra Casa si prepara a fes­teggia­re il rac­con­tan­do, come sua con­sue­tu­dine ormai, ai suoi sosten­i­tori l’attività svol­ta e quel­la da svol­gere. «Sta nascen­do il nuo­vo Cen­tro di Accoglien­za», scrivono nel bigli­et­to augu­rale invi­a­to in questi giorni, «La costruzione è arriva­ta al tet­to. Il prog­et­to prevede: la creazione di un Cen­tro diurno per cir­ca 15 per­sone con grave dis­abil­ità moto­ria; in par­ti­co­lare per chi ha gravi meno­mazioni dovute a malat­tie cere­brali o a inci­den­ti e trau­mi con­seguen­ti». A questo si aggiunge una comu­nità allog­gio, per accogliere 10 per­sone sem­pre con grave dis­abil­ità moto­ria. Il prog­et­to prevede inoltre alcu­ni spazi per servizi essen­ziali ver­so per­sone indi­gen­ti, in modo par­ti­co­lare per chi è sen­za dimo­ra. «La Nos­tra Casa svolge già ques­ta accoglien­za e ora intende dotar­si di spazi più adeguati. Rite­ni­amo di pot­er con­clud­ere i lavori e iniziare le prime accoglien­ze nel prossi­mo autun­no». I con­tribu­ti che arriver­an­no saran­no devo­lu­ti, come spie­ga la let­tera, «per opere di ristrut­turazione. Lo spazio è di cir­ca 900 metri qua­drati, a questo si aggiunge una vas­ta area di locali inter­rati. La sol­i­da­ri­età, che si esprime in tan­ti e diver­si modi, ci ha sem­pre accom­pa­g­nati nei 21 anni di esisten­za del­la nos­tra Asso­ci­azione, per­me­t­ten­do­ci di real­iz­zare, alla fine degli anni Ottan­ta, i pri­mi lavori di ristrut­turazione del Cen­tro e nel 1996 la Casa Famiglia. Anche per l’opera che sti­amo ora real­iz­zan­do già ci sono sta­ti con­for­t­an­ti seg­ni di sol­i­da­ri­età». Con­tribu­ti impor­tan­ti sono sta­ti offer­ti dal­la Fon­dazione Cas­sa di Risparmio e con­tat­ti sono sta­ti pre­si con la Ban­ca Etica.

Parole chiave: