Inaugurato dal sindaco

Centro per anziani rinnovato grazie ai volontari

Di Luca Delpozzo
s.b.

«Mi auguro che trascor­ri­ate più tem­po qui che all’ambulatorio». Con queste bre­vi ma sig­ni­fica­tive parole il sin­da­co Luca Sebas­tiano ha salu­ta­to gli anziani di Lazise e ha taglia­to il nas­tro per l’inaugurazione del rin­no­va­to cen­tro anziani di cor­so Can­grande. Don Edoar­do Sac­chel­la, par­ro­co di Lazise, ha benedet­to i locali, com­men­tan­do in maniera sig­ni­fica­ti­va la litur­gia speci­fi­ca del­la benedi­zione delle abitazioni e invi­tan­do gli ami­ci del­la terza età a ritenere il luo­go il pun­to di rifer­i­men­to di tut­ti gli anziani del paese. Il pres­i­dente del sodal­izio Rena­to Rama, com­mosso e orgoglioso, ha volu­to prin­ci­pal­mente ringraziare l’amministrazione comu­nale per il fat­ti­vo impeg­no che ha dimostra­to ver­so il mon­do del­la terza età e tut­ti i col­lab­o­ra­tori, che gra­tuita­mente han­no presta­to la loro opera per il restau­ro del cen­tro. Un par­ti­co­lare ringrazi­a­men­to l’ha volu­to ind­i­riz­zare ai tec­ni­ci, Mario Munari e Lino Rama, i quali han­no presta­to la loro opera pro­fes­sion­ale in misura total­mente gra­tui­ta e han­no segui­to con pre­ci­sione e alacrità tut­ti i lavori ese­gui­ti dall’impresa Ale­an­dro De Car­li di Lazise. Il cor­tile del­la casa di riposo, dove si tro­va il cen­tro anziani, era gremi­to di cit­ta­di­ni di Lazise, Colà e Pacen­go, di rap­p­re­sen­tan­ti delle asso­ci­azioni del paese e di moltissi­mi ospi­ti che han­no volu­to pre­sen­ziare alla cer­i­mo­nia, sen­ti­ta e viva. In rap­p­re­sen­tan­za dell’amministrazione comu­nale han­no dato la loro ade­sione gli asses­sori Ren­zo Franch­es­chi­ni e Fabio Mari­noni, nonché il con­sigliere comu­nale Ser­gio Meni­ni. Con don Edoar­do Sac­chel­la ha parte­ci­pa­to al rito del­la benedi­zione anche don Nico­la Azza­li, par­ro­co emer­i­to di Mal­ce­sine e lacisiense dal­la nasci­ta. A con­clu­sione del­la cer­i­mo­nia è sta­to offer­to un grande rin­fres­co che ha coin­volto anche gli anziani ospi­ti del­la casa di riposo. La fes­ta è sta­ta molto parte­ci­pa­ta e si è con­clusa a tar­da sera.