Castiglione, il Menghini verrà ristrutturato dal 2002

Centro sociale nell’ex asilo

Di Luca Delpozzo
gibì

L’ex asi­lo Mengh­i­ni, l’ed­i­fi­cio che si tro­va nel cen­tro stori­co di Cas­tiglione e che è di pro­pri­età del comune, ver­rà ristrut­tura­to per diventare il cen­tro delle attiv­ità col­let­tive del­la cit­tà. L’opera, che da anni viene pronta­mente ripresen­ta­ta da tutte le ammin­is­trazioni, potrebbe final­mente vedere la luce per­ché è sta­to mod­i­fi­ca­to il modo di finanziarla.Nell’ultima sedu­ta del con­siglio comu­nale infat­ti è sta­to approva­to il piano finanziario per la mes­sa sul mer­ca­to, da parte del comune, di Buoni Ordi­nari Comu­nali. Si trat­terà, in prat­i­ca di obbligazioni, del­l’im­por­to di cinque mil­ioni cias­cu­na, che ver­ran­no acquis­tate dalle banche locali, alle quali il comune pagherà gli inter­es­si. Con il denaro che il comune ricev­erà dai sot­to­scrit­tori la giun­ta intende finanziare alcune opere, la più impor­tante delle quali sarà pro­prio la ristrut­turazione del­l’ex asi­lo. Attual­mente questo locale viene uti­liz­za­to come sala riu­nioni da parte degli adep­ti del­la Chiesa Evan­gel­i­ca. Il prog­et­to di ristrut­turazione, che impeg­n­erà il comune per la cifra di un mil­iar­do e 200 mil­ioni, è attual­mente solo alla fase preliminare.Tuttavia l’am­min­is­trazione ha già chiar­i­to, a meno di ripen­sa­men­ti in cor­so di evoluzione del­la prog­et­tazione, di avere archivi­a­to l’idea di real­iz­zare, in ques­ta strut­tura, un cen­tro gio­vanile. La final­ità del­l’asi­lo dovrebbe essere quel­la del­la real­iz­zazione di spazi pub­bli­ci, come una sala riu­nioni e dei locali attrez­za­ti, per con­sen­tire lo svol­gi­men­to di attiv­ità col­let­tive e sociali. Verosim­il­mente, la ristrut­turazione potrebbe par­tire all’inizio del prossi­mo anno.