Chiaretto in Anteprima

16/03/2013 in Mostre
Di Luigi Del Pozzo

Anteprima Bardolino” con il alla Dogana Veneta, domenica 17 marzo,

con acces­so al grande pub­bli­co ed ai cul­tori del “rosato” garde­sano, con ducen­to vini in degus­tazione e oltre ses­san­ta aziende pro­dut­tri­ci. Ed all’ester­no , fronte lago, un ampio spazio food con i verone­si. Si aggiunge da quest’an­no una gior­na­ta, il lune­di 18 mar­zo, ded­i­ca­ta intera­mente agli oper­a­tori del set­tore enogas­tro­nom­i­co.

L’af­flus­so del­lo scor­so anno è sta­to così ampio ed apprez­za­to che abbi­amo inte­so dedi­care una intera gior­na­ta, il lune­di, ris­er­van­dola ai gestori dei bar, alle enoteche, ai ris­toran­ti — spie­ga il pres­i­dente del Con­sorzio di Tutela del Bar­dolino ‑i quali potran­no assag­gia­re nelle migliori con­dizioni i vini prodot­ti nel­l’an­na­ta 2012 e pre­cisa­mente trenta giorni pri­ma del­l’edi­zioned el pres­so la Fiera di Verona, e quin­di all’inzio del­la sta­gione tur­is­ti­ca garde­sana.”

Vi è una forte riscop­er­ta dei vini frut­tati e leg­geri, adat­ti ad accom­pa­gnare sia gli aper­i­tivi che i piat­ti leg­geri e di pesce e quin­di il Bar­dolino Chiaret­to è uno dei prodot­ti eno­logi­ci più apprez­za­ti e con­soderati sia in Italia che all’es­tero.

La vendem­mia del 2012 è la con­fer­ma di quan­to pos­sano essere aleatori i mod­el­li pre­vi­sion­ali nel set­tore del vino — spie­ga Andrea Van­ti­ni, diret­tore tec­ni­co del Con­sorzio- in quan­to in piena estate con il cal­do inces­sante, si ipo­tiz­za­va una rac­col­ta scarsa, invece i risul­tati finali ci dan­no quan­ti­ta­tivi in lin­ea con la media del Doc Bar­dolino. Il cal­do esti­vo ha imped­i­to la cresci­ta delle malat­tie ed in can­ti­na sono giunte uve sane e ben mature ed i vini prodot­ti ren­dono sen­tori frut­tati maturi di ciliegia e di frut­ti di bosco. Quin­di un prodot­to fini­to di otti­ma qual­ità.”

Il 2012 è inoltre la pri­ma anna­ta per la quale tut­ti e 32 i mil­ioni di bot­tiglie di Bar­dolino e del Chiaret­to recher­an­no il nuo­vo con­trasseg­no di Sta­to, sul col­lo del­la bot­tiglia, a com­ple­ta garanzia del con­suma­tore. E’ anche l’an­na­ta del riconosci­men­to da parte del Min­is­tero delle Politiche Agri­cole del­la fun­zione “erga omnes” per il Con­sorzio del BARDOLINO che gode di una ade­sione tra le più alte d’I­talia. Vi han­no infat­ti ader­i­to, soprat­tut­to negli ulti­mi anni, qua­si tutte le aziende vitivini­cole pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio di pro­duzione ed oggi il Con­sorzio rap­p­re­sen­ta il 92 per cen­to delle uve prodotte all’in­ter­no del­l’area Doc.

Ser­gio Baz­er­la