Gare tra etichette, degustazioni e anche cene itineranti per abbinare vino e cibi gardesani. A metà maggio la nuova edizione. Sulla scena anche l’olio di qualità

Chiaretto, torna in scena il Palio

01/04/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
c.a.

Con l’arrivo del­la pri­mav­era, su un dis­cre­to numero di tav­ole bres­ciane tor­na a tenere ban­co il : un di gran­di tradizioni che tro­va il suo momen­to di mas­si­ma cel­e­brazione nel «Palio» di Moni­ga, in cal­en­dario quest’anno da ven­erdì 13 a domeni­ca 15 mag­gio. La nuo­va edi­zione del­la man­i­fes­tazione, pre­sen­ta­ta ieri nel­la sede bres­ciana del­la , prevede tre gior­nate di degus­tazioni, man­i­fes­tazioni e «appro­fondi­men­ti sen­so­ri­ali» che ruoter­an­no intorno al tradizionale con­cor­so eno­logi­co, il Palio per l’appunto. Il tro­feo inti­to­la­to alla memo­ria del sen­a­tore veneziano Pom­peo Mol­men­ti, che oltre 100 anni fa sper­i­men­tò per la pri­ma vol­ta la pro­duzione di Chiaret­to, è arriva­to quest’anno alla dodices­i­ma edi­zione (men­tre la fiera ded­i­ca­ta a ques­ta eccel­len­za del­la Valte­n­e­si è più anziana: ben diciot­to edi­zioni), e viene ovvi­a­mente attribuito all’etichetta vincitrice del Palio: il tut­to a segui­to delle selezioni in for­ma anon­i­ma dei cam­pi­oni iscrit­ti, che ver­ran­no effet­tuate nel­la gior­na­ta di ven­erdì 13. La pre­mi­azione del miglior Chiaret­to Doc Gar­da clas­si­co dell’annata 2004 sarà invece il momen­to che seg­n­erà l’avvio uffi­ciale del­la Fiera del Chiaret­to, che ter­rà ban­co saba­to 14 e domeni­ca 15 mag­gio dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18 con la mostra-mer­ca­to allesti­ta in piaz­za San Mar­ti­no: lo spazio nel quale sarà pos­si­bile degustare tut­ti i vini parte­ci­pan­ti al con­cor­so. La fes­ta con­tin­uerà nelle ser­ate, dalle 19 alle 23, con la «Cena itin­er­ante del Chiaret­to», all’interno del­la quale il vino di Mol­men­ti sarà abbina­to agli altri del ter­ri­to­rio. Per il sec­on­do anno con­sec­u­ti­vo, inoltre, il Comune di Moni­ga orga­nizzerà a mar­gine del­la man­i­fes­tazione prin­ci­pale il tro­feo «Goc­cia d’oro del Gar­da», ded­i­ca­to alla val­oriz­zazione dell’olio extravergine d’oliva Dop del Bena­co bres­ciano e orga­niz­za­to con il patrocinio dell’Aipol. «Ques­ta man­i­fes­tazione è ormai una tradizione ric­ca di val­ori», ha com­men­ta­to il sin­da­co di Moni­ga pre­sen­tan­do la man­i­fes­tazione affi­an­ca­to da Alessan­dro Redael­li De Zinis (in rap­p­re­sen­tan­za del Con­sorzio Gar­da clas­si­co Doc) e da Leonar­do Tran­quil­li (coor­di­na­tore del Palio). Polli­ni ha poi spie­ga­to che il Palio rien­tra in una polit­i­ca «tesa a real­iz­zare pro­gram­mi costrut­tori di iden­tità, che pos­sano raf­forzare anche l’economia tur­is­ti­ca del­la nos­tra zona». Un mes­sag­gio in sin­to­nia con gli obi­et­tivi del Con­sorzio Gar­da clas­si­co, che «pun­ta a una pro­mozione cen­tra­ta sul ter­ri­to­rio e sull’integrazione dei suoi innu­merevoli patrimoni».