Partita benefica per costruire un campo da calcio e una piscina terapeutica. In campo mercoledì 11 per aiutare i ragazzi di Alto do Mateus

Chievo Brasil sfida la povertà

Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

I gio­ca­tori del Chie­vo Verona Amau­ri Car­val­ho De Oliveira e Higo San­tos De Oliveira han­no pre­sen­ta­to ieri mat­ti­na, in un gremi­tis­si­mo Palazzet­to del­lo Sport, il prog­et­to Chie­vo Brasil agli alun­ni dell’istituto com­pren­si­vo aril­i­cense, accom­pa­g­nati dal pre­side Alber­to Muzio e da tut­ti gli inseg­nan­ti. I due gio­ca­tori brasil­iani del­la squadra del­la Diga, Amau­ri attac­cante del­la Pri­ma squadra ed Higo ester­no del­la Pri­mav­era, han­no illus­tra­to l’iniziativa che ha come obi­et­ti­vo la real­iz­zazione di un cen­tro sporti­vo ad Alto do Mateus, quartiere degrada­to, abi­ta­to da 30mila per­sone e sit­u­a­to alla per­ife­ria del Comune di Joao Pes­soa, nel Nordest del Brasile. Il prog­et­to, pro­mosso dal Mlal Prog­et­to Mon­do e dal­la Pia Soci­età Don Nico­la Maz­za in col­lab­o­razione con Ban­co Popo­lare di Verona e Novara, vede il Chie­vo scen­dere in cam­po nel ter­ri­to­rio del­la provin­cia di Verona coin­vol­gen­do le squadre locali. E così sarà anche mer­coledì prossi­mo, 11 feb­braio, quan­do la com­pagine di Del Neri giocherà, alle 15, con­tro la pri­ma squadra dell’A.S. Peschiera. «Abbi­amo ader­i­to con grande entu­si­as­mo al prog­et­to Chie­vo Brasil», ha pre­cisato Anto­nio Invidia, pres­i­dente dell’A.S. Peschiera, «e poiché come soci­età sporti­va ci piace scen­dere in cam­po per vin­cere, questo nos­tro deside­rio lo tradur­re­mo, in questo caso, nell’impegno a vin­cere la gara di sol­i­da­ri­età lan­ci­a­ta dal Chie­vo, cioè venden­do più bigli­et­ti di tut­ti gli altri campi». «L’invito, per­tan­to», sot­to­lin­ea Invidia, «non è solo per gli alun­ni e stu­den­ti ma per tut­ta Peschiera, che ci auguri­amo di vedere ai bor­di del cam­po, mer­coledì prossi­mo, a tifare per i pro­pri gio­ca­tori e, soprat­tut­to, a dare il loro con­trib­u­to ad un prog­et­to con­cre­to a favore di ragazzi decisa­mente meno for­tu­nati». Cen­todieci mila euro: è la cifra che si pre­fig­gono di rag­giun­gere i pro­mo­tori dell’iniziativa, come ha spie­ga­to a Peschiera Aldo Pic­coli del Mlal Prog­et­to Mon­do. «È la cifra che con­sen­tirà la real­iz­zazione di questo cen­tro sporti­vo». Ha det­to «che com­pren­derà un cam­po da cal­cio rego­la­mentare, impianti per altre attiv­ità sportive e una pisci­na ter­apeu­ti­ca. In Brasile è sta­ta invi­a­ta una pri­ma som­ma di cir­ca 45 mila euro per iniziare i lavori». A con­clu­sione del­la pre­sen­tazione Amau­ri e Higo si sono volen­tieri sot­to­posti alle domande dei ragazzi e si sono sof­fer­mati a chi­ac­chier­are in por­togh­ese con alcu­ni gio­vanis­si­mi con­nazion­ali del­la comu­nità brasil­iana che a Peschiera è par­ti­co­lar­mente numerosa.