Anche lo sciatore ripreso dalla troupe austro-tedesca. Dopo Al Bano tocca all’ex campione

Ciak, gira Tomba

09/04/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Dopo Al Bano, è arriva­to anche Alber­to Tom­ba, l’indimenticabile cam­pi­one di sci. Sia il can­tante che l’atleta han­no pre­so parte al for­mat tele­vi­si­vo «Servus Han­si Hin­ter­seer», in pro­duzione in questi giorni sul , che andrà in onda saba­to 7 mag­gio alle 20.15 sul­la rete aus­tri­a­ca Orf e su quel­la tedesca Ard. Un Tom­ba «la bom­ba» ormai di casa sulle rive del Gar­da: un paio di anni fa ha infat­ti acquis­ta­to un appar­ta­men­to in col­li­na a . «Un bel pos­to», sot­to­lin­ea il cam­pi­one, «anche se purtrop­po da lì non vedo il lago. Comunque è molto dis­ten­si­vo e spes­so viene a rilas­sar­si qui anche mia madre. Lo sog­na­vo da diver­so tem­po, da quan­do per­cor­re­vo, sem­pre di cor­sa, la riv­iera lacus­tre veronese pri­ma o dopo le gare, ripromet­ten­do­mi che pri­ma o poi avrei avu­to una casa sul Gar­da per riposar­mi e per sfug­gire alle neb­bie inver­nali». Un Tom­ba che a Bar­dolino non ha fat­i­ca­to a trovare ami­cizie, non solo tra i sosten­i­tori del «Tom­ba Club», ma anche tra gli ospi­ti ital­iani e stranieri. Lo si è vis­to anche in occa­sione di questo fil­ma­to tele­vi­si­vo: per par­lare con lui, c’è volu­ta più di un’ora, impeg­na­to com’era a rispon­dere ai richi­a­mi e ai salu­ti di chi per­cor­re­va il lun­go­la­go. Tom­ba è sta­to richiesto sia da Robert Brun­ner che da Han­si Hin­ter­seer, entram­bi ex cam­pi­oni di sci, ambedue ora appro­dati al pic­co­lo scher­mo, sep­pure con fun­zioni diverse. Nel fil­ma­to, gira­to al coman­do dei vig­ili urbani, l’arrivo inat­te­so di Tom­ba diven­ta provvi­den­ziale per il pro­tag­o­nista Hin­ter­seer, fer­ma­to e mul­ta­to (nat­u­ral­mente nel­la finzione del fil­ma­to) men­tre era su un motori­no. L’entrata in sce­na del cam­pi­one di pas­sag­gio, salu­ta­to dal coman­dante Fer­di­nan­do Pez­zo come Tom­ba «la bom­ba», por­ta a chiarire la spi­acev­ole situ­azione in cui si tro­va l’amico. Una cosa, però, è cer­ta. Mai il coman­date Pez­zo si sarebbe aspet­ta­to di fare l’attore. «Fino all’ultimo sono rimas­to in dub­bio se accettare o meno la “parte”, per­ché non vole­vo espor­mi a critiche. Poi mi sono det­to che tut­to som­ma­to la mia era comunque un’azione a favore di Bar­dolino e del lago di Gar­da e così ho accetta­to». Il fil­ma­to real­iz­za­to dalle emit­ten­ti tele­vi­sive tedesca e aus­tri­a­ca è una trasmis­sione di intrat­ten­i­men­to che pre­sen­ta il Gar­da e il suo entroter­ra. Si trat­ta di oltre cen­to minu­ti di immag­i­ni che saran­no segui­ti dai cinque ai sei mil­ioni di spet­ta­tori. Filo con­dut­tore dell’intero pro­gram­ma è una lezione di lin­gua ital­iana: in pri­mo piano ci saran­no il can­tante Albano Car­risi e l’ex cam­pi­one di sci Han­si Hin­ter­seer, men­tre dal­la Ger­ma­nia, pas­san­do per l’Austria, rag­giun­gono il lago di Gar­da, cir­cum­nav­i­gan­do­lo a bor­do del veliero Sio­ra Veron­i­ca. Per real­iz­zare la trasmis­sione servi­ran­no sedi­ci giorni di riprese tra Tor­ri e Lazise. Ci si sof­fer­merà in qua­si tut­ti i cen­tri tur­is­ti­ci garde­sani per rac­cogliere tes­ti­mo­ni­anze e curiosità, in modo da far risaltare tut­ti gli aspet­ti tipi­ci del com­pren­so­rio del -Gar­da: dal­la cul­tura, all’enogastronomia, alle tradizioni, dalle offerte sportive, al relax. «Lo scopo del­la trasmis­sione», sot­to­lin­ea il diret­tore di pro­duzione Oth­mar Keplinger, «è mostrare la tipic­ità e l’inconfondibile bellez­za del pae­sag­gio del lago di Gar­da e quin­di accrescerne l’immagine pos­i­ti­va». «Il palinses­to tele­vi­si­vo che rien­tra nei pro­gram­mi di pro­mozione del con­sorzio Lago di Gar­da è», sot­to­lin­ea il pres­i­dente Anto­nio Pasot­ti, «risul­terà di notev­ole sosteg­no in un momen­to in cui il mer­ca­to tur­is­ti­co, par­ti­co­lar­mente quel­lo dell’area tedesca, pre­sen­ta seg­nali di dif­fi­cile ripresa».

Parole chiave: -