Troupe e attori e comparse nelle vie, per registrare alcune scene per la nuova serie della fiction «I Cesaroni»

Ciak si gira, il paese diventa «set»

17/05/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(g.m.)

Tor­ri del Bena­co ha fat­to da set per la sec­on­da serie tele­vi­si­va del­la fic­tion «I Cesa­roni.». Sono sbar­cati, infat­ti, per un paio di giorni in paese i cinquan­ta tra attori, com­parse, tec­ni­ci, truc­ca­tori del­la serie che, lo scor­so anno, ha sban­ca­to in tv e ha vin­to il pre­mio Tel­egat­to, orga­niz­za­to dal set­ti­manale Tv Sor­risi e Canzoni.I Cesa­roni è una serie nata da un for­mat spag­no­lo, poi adat­ta­to da Medi­aset in Italia. Gli episo­di nar­ra­no le vicende di una così det­ta «famiglia allarga­ta», com­pos­ta cioè da due ex fidan­za­ti, Lucia e Giulio, che si ritrovano dopo anni e si sposano. La famiglia è com­pos­ta anche dai lori rispet­tivi cinque figli, da par­en­ti ed ami­ci. Il cast è di tut­to rispet­to: a par­tire dai due pro­tag­o­nisti prin­ci­pali, Clau­dio Amen­dola ed Ele­na Sofia Ric­ci, fino agli altri attori, emer­gen­ti ma già ben noti, Mat­teo Bran­ci­amore ed Alessan­dra Mastronardi.Oltre a loro, la nota soubrette e già miss Italia, Mar­ti­na Colom­bari, che per poche ore ha fat­to la pro­pria apparizione a Tor­ri. La fic­tion è ambi­en­ta­ta nel quartiere Gar­batel­la di Roma e le reg­is­trazioni del­la sec­on­da serie, dopo l’ottimo suc­ces­so del­la pri­ma, sono riprese il 16 aprile scorso.«La scelta di ambi­entare a Tor­ri del Bena­co alcune pun­tate delle 26 pre­viste — ha spie­ga­to il diret­tore di pro­duzione, Francesco Merolle — è nata dopo un sopral­lu­o­go in vari pae­si col­lo­cati in riva a diver­si laghi di tut­ta Italia. Ci ser­vi­va un pos­to molto bel­lo, roman­ti­co, adat­to alle scende del­la nos­tra pro­duzione. Il vostro paese garde­sano è risul­ta­to cer­ta­mente il più adat­to all’am­bi­en­tazione alla nos­tra serie che, per il resto, ter­min­erà le riprese solo a Roma». «Una bel­la sod­dis­fazione quel­la di avere avu­to attori di questo cal­i­bro e, soprat­tut­to, grossa oppor­tu­nità quel­la di offrire a una impor­tante serie tele­vi­si­va i nos­tri scor­ci come set», ha com­men­ta­to con entu­si­as­mo il sin­da­co, , impeg­na­to in questi giorni in vari momen­ti con la troupe e con il pri­mo reg­ista, Francesco Vic­ario. Oltre a lui, anche Francesco Povoli­ni è sta­to del­la par­ti­ta come reg­ista in seconda.«Per Tor­ri — pros­egue il pri­mo cit­tadi­no — sta diven­tan­do un appun­ta­men­to fis­so quel­lo di ospitare impor­tan­ti pro­duzioni tele­vi­sive o cin­e­matogra­fiche: ques­ta è la terza vol­ta che Rai, Medi­aset, o tele­vi­sioni straniere uti­liz­zano il nos­tro paese e le nos­tre vie». E in effet­ti spes­so gli attori de I Cesa­roni han­no lavo­ra­to sul lun­go­la­go, nel­la cen­tralis­si­ma via Dante e in molti dei sug­ges­tivi vico­let­ti del cen­tro stori­co. «Abbi­amo trova­to una accoglien­za davvero stra­or­di­nar­ia in questo paese — pros­egue Merolle — e cer­ta­mente, per quan­to dipen­derà da noi, cercher­e­mo di ritornare e fare rien­trare Tor­ri in altri cir­cuiti di pro­duzione». Per quan­to riguar­da le scene al chiu­so, soprat­tut­to i due attori emer­gen­ti, i gio­vani Mat­teo Bran­ci­amore e Alessan­dra Mas­tronar­di, sono sta­ti qua­si sem­pre in alcune stanze dell’Hotel Garde­sana, sul por­to di Tor­ri, dove in prat­i­ca la troupe qua­si al com­ple­to ha fat­to base.Da seg­nalare anche che il pro­dut­tore del­la fic­tion di Medi­aset è Car­lo Bixio, del­la soci­età romana Pub­lispei, men­tre Francesco Merolle, che da 24 anni lavo­ra nel mon­do del­lo spet­ta­co­lo, è sta­to il diret­tore di pro­duzione di tut­ti i film ispi­rati ai lib­ri di Andrea Camil­leri rel­a­tivi al Com­mis­sario Mon­tal­bano. Le pun­tate saran­no ter­mi­nate a cav­al­lo tra novem­bre e dicem­bre 2007 e andran­no in onda a par­tire prob­a­bil­mente da gen­naio 2008. Canale 5, che sarà di nuo­vo la rete che le trasmet­terà, non ha anco­ra sta­bil­i­to uffi­cial­mente date e orario. «Per noi comunque — ha con­clu­so il sin­da­co — è sta­ta davvero una stra­or­di­nar­ia occa­sione di pro­mozione tur­is­ti­ca di liv­el­lo nazionale. Diamo quin­di l’appuntamento a tut­ti per seguire su Canale 5 la fic­tion in cui anche Tor­ri con le sue bellezze è protagonista».

Parole chiave: