L’assegnazione dei campionati iridati 2004 a Verona e Bardolino, un successo annunciato. Le gare a cronometro si svolgeranno sul lago: lavori in vista

Ciclismo, un rilancio «mondiale»

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
s.z.

Si sono da poco con­clusi i cam­pi­onati mon­di­ali di ciclis­mo, dis­pu­tati in Por­to­gal­lo, e la spon­da veronese del lago sta già pen­san­do alla rasseg­na iri­da­ta del 2004. Le gare a cronometro si cor­reran­no infat­ti sul Gar­da, con parten­za da : 150 metri nel cen­tro stori­co, poi via sulle colline del­l’en­troter­ra. Un con­tin­uo salis­cen­di tra ulivi e vigneti. I per­cor­si vari­er­an­no. Le juniores cor­reran­no ad esem­pio su un anel­lo di 16 chilometri, che toc­cherà Cavaion, Cal­masi­no, Lazise e Cisano. Gli juniores e le donne 25 chilometri (il giro, più ampio, com­prende anche Ronchi e Pas­tren­go). I dilet­tan­ti, chia­mati Under 23, si bat­ter­an­no sul­la dis­tan­za di 36 chilometri: da Bar­dolino a Gar­da, Coster­mano, Capri­no, Riv­o­li, Sega, Cam­para, Lazise, Cisano, Bar­dolino. Cinquan­ta, invece, i chilometri per i pro­fes­sion­isti. Tra Cam­para e Lazise c’è una digres­sione a Pas­tren­go, San­drà, Colà a Pacen­go. Gli orga­niz­za­tori, gui­dati da Teofi­lo San­son, diven­ta­to famoso per i gelati, han­no sfrut­ta­to il fas­ci­no del cir­cuito delle Tor­ri­celle (a Verona, dove si svol­ger­an­no le prove in lin­ea) e, soprat­tut­to, del lago che, da anni, atti­ra migli­a­ia di appas­sion­ati del­la bici. Intan­to il comune di Castel­n­uo­vo ha approva­to la real­iz­zazione del­la ciclope­donale costiera sul suo ter­ri­to­rio: il trat­to con­sen­tirà di ulti­mare il col­lega­men­to da Sirmione a Peschiera e Lazise. «L’idea — ha dichiara­to il sin­da­co Fer­di­nan­do Emanuel­li — era par­ti­ta nel 1996. Su una super­fi­cie di cir­ca 5 mila mq., all’inizio si è cre­ato un lido con pisci­na e bar. Poi abbi­amo pen­sato a un ulte­ri­ore abbel­li­men­to. Da qui il prog­et­to del per­cor­so pedonale a lago. I lavori, che inizier­an­no nelle prossime set­ti­mane e dovreb­bero essere com­ple­tati in pri­mav­era, preve­dono illu­mi­nazione e pavi­men­tazione. Cos­to: qua­si 800 mil­ioni». Altra novità: «La creazione di un pon­tile d’at­trac­co per la , pro­prio là dove si con­clud­erà la passeg­gia­ta. Il tut­to stu­di­a­to per con­sen­tire ai tur­isti di essere trasportati anche a , sen­za intasare i parcheg­gi del­la cit­tà del diver­ti­men­to». Intan­to, a Tor­ri, sono slit­tati i lavori sul­la stra­da Garde­sana. Nes­suna impre­sa, infat­ti, ha parte­ci­pa­to alla gara di appal­to. Così il Con­siglio comu­nale ha deciso di alzare il prez­zo base, por­tan­do­lo da 3,4 a 4 mil­iar­di. Con la sper­an­za che l’im­por­to, ora, diven­ti appetibile. Dopo la pub­bli­cazione del ban­do europeo, si pen­sa­va di pot­er com­in­cia­re ai pri­mi di novem­bre. Invece alla gara non si è pre­sen­ta­to nes­suno. Prob­a­bile che la pre­vi­sione finanziaria fos­se sbagli­a­ta. «Le imp­rese locali si sono impeg­nate altrove — han­no det­to il sin­da­co Alber­to Vedovel­li e il del­e­ga­to Alber­to Tomei -. Eppoi sono tutte di media-pic­co­la dimen­sione: non han­no la capac­ità e i mezzi per sostenere un’­opera del genere». Da qui la deci­sione di pub­bli­care un nuo­vo ban­do con le cifre aumen­tate. Se non ci saran­no più intop­pi, la dit­ta vincitrice potrebbe com­in­cia­re in pri­mav­era. L’ul­ti­mazione avver­rebbe a fine 2003.

Parole chiave: -