Questa sera Palio delle Mura con incendio dei Voltoni

Ciclo tuffo e cuccagna sull’acqua, grande pubblico a Peschiera del Garda

Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Pub­bli­co delle gran­di occa­sioni ieri sera per assis­tere alla riscop­er­ta dei giochi antichi sul Canale di mez­zo a Peschiera del Gar­da.

Inizial­mente una sfi­da “impos­si­bile” nel ten­ta­ti­vo del­la con­quista del­la cuccagna sul­l’ac­qua che si è risol­ta con chi arriva­va sul palo il più avan­ti pos­si­bile. Poi è sta­ta la vol­ta del , man­i­fes­tazione più uni­ca che rara cha vis­to 17 atleti sfi­dar­si sul salto, con la bici da cros, più spet­ta­co­lare ed acro­bati­co pos­si­bile. il tut­to sot­to l’at­ten­do occhio di un  giu­dice uni­co e del sin­da­co di Peschiera Ori­ett­ta Gaiul­li assis­ti­ta dal­la sua Giun­ta al com­ple­to.

Ora, ques­ta sera, altro appun­ta­men to con 22° Palio delle Mura del­la Fortez­za di Peschiera del Gar­da e, alle ore 23.00, gran­di fuochi sul Canale di Mez­zo con l’In­cen­dio dei Voltoni

La tradizionale com­pe­tizione remiera di , intorno ai canali del­la “Fortez­za”,  con i gon­do­li­ni garde­sani a due rema­tori intorno ai canali del­la fortez­za che cos­ti­tu­is­cono un cir­cuito nat­u­rale uni­co nel suo genere. Vero omag­gio alle tradizioni del lago e alla nos­tra cul­tura. Si sfi­dano cir­ca ven­ti equipag­gi. V

I giorni del Palio del­la Mura sono occa­sioni uniche per vis­itare la cit­tà. La cin­ta muraria cinque­cen­tesca veneziana è uti­liz­za­ta come cir­cuito nat­u­rale per il per­cor­so del­la gara. Sug­li alti bas­tioni o lun­go i con­trobas­tioni, sui pon­ti e sul lun­go­la­go e sulle rive del Canale di Mez­zo si può seguire la cor­sa avvolti dal­l’en­tu­si­as­mo dei tifosi dei vari equipag­gi. 
La rega­ta con­siste in una pro­va di rego­lar­ità sul per­cor­so intorno alla cinque­cen­tesca cin­ta muraria del­la cit­tà. Vi parte­ci­pano cir­ca 20 imbar­cazioni tradizion­ali chia­mate gon­do­li­ni garde­sani che gareg­giano con due rema­tori cias­cu­na con lo stile di voga alla vene­ta cioè in pie­di vero omag­gio alle tradizioni del lago e alla cul­tura vene­ta. Si rac­con­ta che negli anni 30 fos­se abi­tu­dine dei pesca­tori sfi­dar­si in questo tipo di gara. Le imbar­cazioni, infat­ti, sono rifaci­men­ti di barche usate dai pesca­tori di un tem­po.
ph ldp

ph ldp

E, alla fine, per fes­teggia­re, grande spet­ta­co­lo pirotec­ni­co con l’im­man­ca­bile “Incen­dio dei Voltoni” sem­pre, ovvi­a­mente, sul Canale di Mez­zo. 

 

Parole chiave: -