Un breve tratto della Gardesana sarà in questi giorni chiuso al traffico. Il sindaco: «Spiagge agibili in aprile»

Ciclopedonale più sicura

20/02/2009 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il per­cor­so è sta­to mod­i­fi­ca­to per garan­tire l’incolumità degli uten­ti I lavori pro­ce­dono velociPro­ce­dono sen­za par­ti­co­lari ritar­di i lavori per la pista ciclo-pedonale nel­la parte a sud del cen­tro di Tor­ri. Nonos­tante le ultime set­ti­mane di mal­tem­po e piog­gia, van­no avan­ti le oper­azioni che porter­an­no alcu­ni chilometri di passeg­gia­ta real­iz­za­ta tra la Garde­sana e la spiaggia.L’opera era sta­ta inizia­ta ai pri­mi di dicem­bre del 2008 e ora, in local­ità Saldàm, gli operai han­no piaz­za­to un muro di cemen­to pro­prio a ridos­so del­la Garde­sana, in prat­i­ca al di sopra del­la spi­ag­gia, su cui poi sarà innes­ta­ta la passeg­gia­ta vera e propria.I lavori stan­no inter­es­san­do anche tut­to il litorale sud, fino a local­ità Acque Fred­de. Per­cor­ren­do la prin­ci­pale stra­da lacus­tre si pos­sono vedere bene i trat­ti di cantiere con impal­ca­ture in leg­no o in ferro.Sono sta­ti in molti a chieder­si, fino­ra, come ver­rà por­ta­to avan­ti quel­lo che il Comune pen­sa sarà un «eccezionale bigli­et­to da visi­ta per chi arri­va nel nos­tro Comune» e che, in ogni caso, dovrebbe pot­er «met­tere in sicurez­za ciclisti e pedoni», che oggi sono costret­ti a per­cor­rere la Garde­sana affi­an­cati da auto e moto, quan­do non da camion o tir.«In questi giorni», ha illus­tra­to il sin­da­co , «un breve trat­to di Garde­sana ver­rà inter­det­to alla cir­co­lazione, dal biv­io per il traghet­to fino all’altezza dell’hotel Garde­sana, per con­sen­tire agli operai alcu­ni lavori. Inoltre, ver­rà mes­sa mano a una parte dell’acquedotto, così poi ci sarà la rias­fal­tatu­ra defin­i­ti­va nel trat­to tra il biv­io e local­ità Canevi­ni, oggi davvero mal ridotta».C’è una novità anche per la pista ciclo-pedonale. «È sta­to mod­i­fi­ca­to il prog­et­to iniziale», ha pros­e­gui­to Pas­sionel­li, «e la pavi­men­tazione del per­cor­so, nel trat­to a sud, sarà real­iz­za­ta in asfal­to eco­logi­co drenante, posato del­lo stes­so col­ore delle spi­agge». Un modo insom­ma per «lim­itare l’impatto visi­vo ed avere con­tem­po­ranea­mente più qual­ità e garanzie di sicurez­za», ha pros­e­gui­to il pri­mo cittadino.Il cos­to com­p­lessi­vo del­la passeg­gia­ta è di 4 mil­ioni e 900mila euro, com­pre­so il trat­to a nord di Tor­ri. Una stra­da larga cir­ca due metri e mez­zo con anche alcu­ni pic­coli slarghi con posti per le auto, di cui il più grande sarà in cor­rispon­den­za dell’albergo Bena­cus. Gra­zie ai con­tribu­ti di Vene­to Strade e del­la Regione, alle casse del Comune di Tor­ri quest’opera dovrebbe costare poco. «A fronte di un impeg­no eco­nom­i­co di cir­ca un mil­ione e due­cen­tomi­la euro per il solo pri­mo stral­cio sud, e di altret­tan­to per il trat­to a nord», han­no con­fer­ma­to dal munici­pio, «per il Comune ci sarà solo l’onere di vig­i­lare sul­la ese­cuzione dei lavori».La sec­on­da parte di pista ciclo-pedonale ver­rà real­iz­za­ta a par­tire da Pai in direzione del paese e i lavori dovreb­bero iniziare entro la fine del 2009.Infine, una ras­si­cu­razione del sin­da­co sul­la passeg­gia­ta. «Le spi­agge», ha det­to, «saran­no pronte entro aprile e saran­no ripristi­nate così come era­no pri­ma dei lavori. In alcu­ni pun­ti, gra­zie a mod­erne tec­niche di ingeg­ne­r­ia, sarà anche pos­si­bile allargar­le di un po’ e ver­ran­no ripristi­nati i così det­ti pen­nel­li fran­gi onda in più pun­ti».

Parole chiave: