Cinema africano 36° festival a Lazise

21/11/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Lazise. Trenta­seies­i­mo fes­ti­val del cin­e­ma africano ritor­na Lazise con tre proiezioni. due al cen­tro gio­vanile par­roc­chiale ed una a Colà pres­so la sala San Giorgio.

Il fes­ti­val del cin­e­ma africano è pro­mosso dal Cen­tro Mis­sion­ario Dioce­sano, la Fon­dazione Nigrizia, la Pia Soci­età Don Nico­la maz­za e Prog­et­to Mon­do Mlal con il sosteg­no del­la Fon­dazione San Zeno. Col­lab­o­ra­no all’inizia­ti­va garde­sana il Cir­co­lo Noi, le par­roc­chie di Lazise e di Colà, la par­roc­chia di bar­dolino ed il Grup­po Mis­sion­ario di Colà.

Il pri­mo appun­ta­men­to è fis­sato per marte­di 22 novem­bre alle 20.45 pres­so il cen­tro gio­vanile par­roc­chiale con la proiezione del film Difret — Il Cor­ag­gio di Cam­biare di Zere­se­nay Berhane Mehari, un lun­gome­trag­gio che rac­con­ta la sto­ria di Hirut, una ragazz­i­na di 14 anni che vive in un vil­lag­gio non lon­tano da Addiss Abe­ba. Di fat­to una sto­ria vera di eman­ci­pazione femminile.

Sec­on­do appun­ta­men­to a a Colà, nel salone San Gior­gio, iden­ti­co orario con il film: Rock the Cas­bah di Laila Mar­rakchi. Una com­me­dia agrodolce che nar­ra le vicende di una famiglia marocchi­na, tut­ta fem­minile, riu­ni­tasi a Tan­geri per il funerale del padre. Tra risate e lacrime con le donne che dovran­no affrontare alcune ver­ità sem­pre taciute.

Ulti­mo appun­ta­men­to a Lazise ven­er­di 25 novem­bre al cen­tro gio­vanile par­roc­chiale per la proiezione del film Ayan­da and the machan­ic di Sara Blech­er. Ayan­da dopo la morte del padre è deter­mi­na­ta a far riv­i­vere la sua offic­i­na e nonos­tante i deb­iti ed il ris­chio di dover­la vendere. Ma Ayan­da ha tal­en­to e cer­ca di farcela.

Iden­ti­co appun­ta­men­to anche a Bar­dolino al cin­e­ma Coral­lo con la proiezione del film Felix.

Il cos­to di acces­so alla sala cin­e­ma è di 5 euro. Proiezioni ris­er­vate alle scuole medie e pri­marie, nelle medes­ime gior­nate ma in orari sco­las­ti­ci con un bigli­et­to ridot­to del cos­to di 3,50 euro.

La rasseg­na cin­e­matografi­ca africana pros­egue dal 14 dicem­bre in altri 18 comu­ni del­la provin­cia veronese con uno speci­fi­co pro­gram­ma dedicato.

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: