Cinquanta anni di vita per la vita” per l’AVIS di Lazise

17/10/2015 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

 “Cinquan­ta anni di vita per la vita” è il tito­lo del libro fres­co di stam­pa che l’ comu­nale di Lazise ha real­iz­za­to per fes­teggia­re mez­zo sec­o­lo di isti­tuzione del­l’as­so­ci­azione dei volon­tari del sangue. La fes­ta del dona­tore 2015, che si apre saba­to 17 otto­bre e che con­tin­ua nel­la gior­na­ta fes­ti­va del 18 otto­bre, por­ta con se due sig­ni­fica­tivi tra­guar­di nel mon­do del­la don­azione e del volon­tari­a­to lacisiense: nasce­va nel lon­tano 1965 l’Avis a Lazise e nel 1980, a Pacen­go, l’AI­DO, sezione ora inti­to­la­ta a Simone Gelmetti.

E’ un tra­guar­do vera­mente impor­tante quel­lo che abbi­amo rag­giun­to con i dona­tori — spie­ga sod­dis­fat­to Clau­dio Zeni, pres­i­dente di Avis — per­ché in mez­zo sec­o­lo abbi­amo effet­tua­to ben 33400 don­azioni, ovvero ettolitri di sangue per aiutare chi è sta­to meno for­tu­na­to. I soci attivi sono 276 e una quar­an­ti­na han­no rag­giun­to le 100 donazioni.”

Trentac­inque anni di attiv­ità con l’AI­DO sono un bel risul­ta­to — affer­ma Ser­gio Fer­raro , pres­i­dente del­l’AI­DO ‑con 720 soci e 9 don­azioni di organi e tes­su­ti effet­tuate da nos­tri aderenti.”

E saba­to sera, alle 17,00 inizia la fes­ta con l’e­s­po­sizione in piaz­za Vit­to­rio Emanuele dei dis­eg­ni e dip­in­ti ese­gui­ti dai ragazzi sul tema del­la don­azione sot­to la gui­da del­la pit­trice Giu­liana Zanoni. Alle 21,00 pres­so la ten­sostrut­tura fieris­ti­ca di via Pra del Principe viene pro­pos­ta la com­me­dia ” Du piè in de na scarpa” con la com­pag­nia teatrale ” I Mal maridè”. Con­seg­na delle ben­e­meren­ze ai fonda­tori e rifonda­tori del Grup­po AIDO.

Domeni­ca 18 otto­bre la gior­na­ta inizia alle 8,45 con il ritro­vo in piaz­za, l’alz­a­bandiera, la sfi­la­ta per il cen­tro stori­co delle sezioni invi­tate con il suono del­la ban­da Cit­tà di Bus­solen­go. Alle 10,00, in Dogana Vene­ta, cel­e­brazione del­la san­ta mes­sa solenne con la parte­ci­pazione dei cori di Lazise, Colà e Pacen­go. Suc­ces­si­va­mente ver­ran­no con­seg­nate le ben­e­meren­ze avi­sine. Due i dis­tin­tivi in oro con smer­al­do per le 100 don­azioni effet­tuate: Anto­nio Baz­zoni e Gior­gio Ste­fano Rosi­ni, un dis­tin­ti­vo in oro con rubi­no a Simone Frances­chi­ni per 75 don­azioni effet­tuate. Dis­tin­ti­vo in oro per 50 don­azioni a : Lui­gi Albri­go, Emanuele Brus­co e Mas­si­mo Salvem­i­ni. Altre 20 ben­e­meren­ze ad altret­tan­ti dona­tori che si sono dis­tin­ti per numero di don­azioni minori ma non meno importanti.

La gior­na­ta si chi­ude con un banchet­to con­viviale pres­so la ten­sostrut­tura fieris­ti­ca alla pre­sen­za delle autorità locali e del­la rap­p­re­sen­tan­za degli avisi­ni di Gag­giano che sono gemel­lati con Lazise da oltre trenta anni.

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: