Numeri da record per l’associazione velistica

Circolo La Fragliacol vento in poppa

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Pros­egue a gon­fie vele l’attività pro­pe­deu­ti­ca del­la Fraglia Vela di Desen­zano. Nei pri­mi sette mesi il bilan­cio del sodal­izio (pre­siedu­to dal­la scor­sa pri­mav­era da Luciano Gal­loni) ha fat­to seg­nare numeri da record. Oltre 1.500 gli allievi che han­no fre­quen­ta­to i cor­si veli­ci, decine le scuole coin­volte e cir­ca 200 i gio­vani oltre i vent’anni che solo quest’anno si sono riv­olti al team degli istrut­tori per impara­re i rudi­men­ti del­la vela.Alla Fraglia Vela sono sta­ti orga­niz­za­ti cor­si (set­ti­manali e nel week­end) per stu­den­ti già da mar­zo. A metà giug­no si è dato invece il via alle “Set­ti­mane Blu”, col­lau­da­ta for­mu­la che ha in agen­da cor­si dal lunedì al ven­erdì con bre­vi lezioni teoriche e tan­ta prat­i­ca in acqua: dai minus­coli “” come inizio, ai “Tri­dent” per i ragazzi dai 12 anni in su. Orga­niz­zate anche set­ti­mane tec­niche con i “Laser” ed i “470” e cor­si per rega­ta su “” o su ”Asso 99”.«Da anni il cir­co­lo – esor­disce Luciano Gal­loni, un pas­sato di pres­i­dente anche del – è impeg­na­to nel­la divul­gazione a tut­ti i liv­el­li dell’insegnamento del­lo sport del­la vela: sem­pre ai ver­ti­ci del tessera­men­to alla Fiv, la Fraglia di Desen­zano non smette di stupire con la ricer­ca con­tin­ua di nuove tec­niche e nuovi approc­ci». Il pres­i­dente ricor­da anche la cresci­ta degli even­ti azien­dali o «team sail­ing», gior­nate in bar­ca dove gli spazi ristret­ti e la neces­sità di coor­dinare i movi­men­ti aiu­tano a svilup­pare quel­lo spir­i­to di col­lab­o­razione che pros­egue anche a ter­ra, quan­do ci si ritro­va a lavo­rare nel salone che il cir­co­lo mette a disposizione.Nei giorni scor­si si è con­clusa anche l’edizione 2007 del cam­pi­ona­to sociale che ha vis­to impeg­nati numerosi soci in una lun­ga sfi­da nelle acque del gol­fo di Desen­zano. La clas­si­fi­ca finale dei cinquan­ta team (altro record rag­giun­to) ha vis­to con­quistare il pri­mo pos­to nel­la classe Crociera all’imbarcazione Tobia di Lele Boc­chi e Mas­si­mo Bernar­di­ni. Nel­la classe Rega­ta vit­to­ria a mani basse di Baraim­bo, tim­o­na­ta da Francesco Imper­adori e Zeno Razzi.Buon il lavoro, infine, del­lo staff orga­niz­za­ti­vo, dei giu­di­ci Alber­to Borzani ed Erman­no Sini­bal­di e dei col­lab­o­ra­tori Piero Sor­li­ni e Vas­co Tonelli.