A Colà la “sagra del 5 de agosto”

03/08/2017 in Attualità
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

L’ Anti­ca sagra del­la Madon­na del­la Neve, meglio anco­ra, la “Sagra del 5 de Agos­to” per Colà è un momen­to aggrega­ti­vo e di fes­ta per tut­to il paese. Affon­da le sue radi­ci, fra sacro e pro­fano, in un tem­po molto lon­tano, lega­ta alle tradizioni popo­lari ed alla chiesa del­la Madon­na del­la Neve ret­ta fra il 1650 ed il 1660. Quat­tro giorni di fes­ta a par­tire da ven­erdì 4 agos­to alle 21,00 con tut­ti in pista a bal­lare il lis­cio con Micaela e i mag­nifi­ci.

Ad orga­niz­zare e preparare questo atte­so appun­ta­men­to colati­no è l’As­so­ci­azione Gens Clau­dia, sor­ta per inizia­ti­va di alcu­ni volon­terosi cit­ta­di­ni nel 1991.

A dar man forte a Gens Clau­dia anche gli e Le Sgal­mare che si sono fat­ti cari­co di gestire i chioschi gas­tro­nomi­ci in local­ità Madon­na e in Piaz­za Don Van­ti­ni con aper­tu­ra alle 19,30. Piat­to forte  del­la sagra è l’a­nara col pien, un vero cult per i buongus­tai.

Nel­la ricor­ren­za del­la fes­tiv­ità del­la madon­na, il 5 agos­to, alle 10,30 sarà cel­e­bra­ta una mes­sa con i vari par­ro­ci che si sono suc­ce­du­ti a Colà. A con­clu­sione del rito rin­fres­co nel­l’area adi­a­cente la chieset­ta. Nelle ser­ate suc­ces­sive musi­ca e bal­lo con Devis Bal­leri­ni , Alex Mal­os­si, Cristi­na Cre­moni­ni Div­ina.

Lune­di 7agosto, alle 22,00 spet­ta­co­lo brasil­iano con i “Car­i­o­ca Dance Brasil­ian Bal­let” per fes­teggia­re il ven­ten­nale di attiv­ità del par­co ter­male Vil­la dei Cedri. Ser­a­ta con­clu­si­va del­la saga con lo spet­ta­co­lo dei fuochi d’ar­ti­fi­cio.

Ma la sagra di Colà non è sola­mente diver­ti­men­to- spie­ga Gia­co­mo Mon­tre­sor di Gens Clau­dia ‑è anche col­lab­o­razione con le mis­sioni in Tan­za­nia e nelle Fil­ip­pine, con chi è sta­to meno for­tu­na­to. Le ban­car­elle del­la ” sol­i­da­ri­età”, gestite dalle varie asso­ci­azioni di volon­tari­a­to ne sono la tes­ti­mo­ni­an­za aut­en­ti­ca. Gens Clau­dia, poi — con­tin­ua Mon­tre­sor — con­seg­na dei pac­chi natal­izi agli anziani del paese, ha tre adozioni a dis­tan­za che ali­men­ta ogni anno. E quan­do c’è bisog­no, con i ricavi net­ti dal­la sagra, con­tribuiamo sem­pre. E’ un impeg­no che vogliamo con­tin­uare e che gra­zie alla foltissi­ma pre­sen­za degli esti­ma­tori del­la nos­tra man­i­fes­tazione, rius­ci­amo a man­tenere e con­sol­i­dare.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: