Un vero successo l’esperimento di pedonalizzare la frazione. Niente auto almeno la sera: un’idea per il futuro

Colombare come Jesolo

05/08/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

L’es­per­i­men­to di pedonal­iz­zare per una sera il trat­to cen­trale di via Colom­bare ha avu­to uno stra­or­di­nario suc­ces­so. Dalle 20 fino a notte fon­da migli­a­ia di tur­isti han­no potu­to goder­si una ser­a­ta sen­za rumore e gas di scari­co. Ma c’è un altro dato da sot­to­lin­eare e da tenere in con­sid­er­azione nel futuro. I sirmione­si, quel­li che risiedono a Colom­bare, han­no potu­to, anche se per una sola sera per ora, pren­dere pos­ses­so del loro quartiere. Han­no potu­to scam­biare quat­tro chi­ac­chere e bere un cal­ice insieme, mescolan­dosi alle famiglie di tur­isti che affol­lano la local­ità di vil­leg­giatu­ra. Per­chè Colom­bare, con i suoi alberghi, ris­toran­ti, gela­terie, bou­tiques e negozi non ha nul­la da invidiare, quan­to a pro­poste ricettive e del terziario, alla più bla­sonata Sirmione, oltre il castel­lo. Si sono viste, dopo decen­ni, famiglie che abi­tano nel­la frazione passeg­gia­re tran­quil­la­mente in piaz­za Mer­ca­to o in via Colom­bare, o in piaz­za Campiel­lo. Han­no fat­to affari d’oro le gela­terie, le pizzerie e qualche negozio rimas­to aper­to per l’oc­ca­sione. Sod­dis­fazione è sta­ta espres­sa dal sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari che, pur non pro­nun­cian­dosi aper­ta­mente sul­la pos­si­bil­ità di pedonal­iz­zare via Colom­bare in futuro, ha las­ci­a­to intuire che l’es­per­i­men­to di ven­erdì sera non resterà let­tera mor­ta. Che insom­ma ver­rà stu­di­a­to il sis­tema per miglio­rare la qual­ità del­la vita alle Colom­bare. Con Fer­rari abbi­amo nota­to anche gli asses­sori Sig­nori e Cristi­ni. A credere per pri­mi in quest’inizia­ti­va sono sta­ti, a dire il vero, i com­mer­cianti di Colom­bare. Alcu­ni di loro, Gui­do Bus­si in tes­ta, han­no com­in­ci­a­to a met­tere in pie­di un pro­gram­ma, poi han­no bus­sato al Comune che volen­tieri ha dato loro un mano. Ma l’im­peg­no dei negozianti è sta­to totale, un’es­pe­rien­za che, si dice­va, ver­rà ripetu­ta e che servirà a gettare le basi per un con­fron­to con ammin­is­tra­tori e alber­ga­tori per­chè via Colom­bare pos­sa venire chiusa al traf­fi­co dalle 20 alle 24 mag­a­ri nei fine-set­ti­mana e nelle occa­sioni di man­i­fes­tazioni e spet­ta­coli. Come, del resto, avviene in tan­tis­sime local­ità di mare, da Jeso­lo a Bibione, da Marit­ti­ma a Forte dei Mar­mi. C’è comunque da lavo­rare sodo, e questo lo san­no benis­si­mo i pro­mo­tori del­l’inizia­ti­va di ven­erdì. Non bas­ta, infat­ti, garan­tire qualche spet­ta­co­lo o la pre­sen­za di ban­car­elle di anti­quar­i­a­to, ma occorre una nuo­va pre­sa di coscien­za da parte degli stes­si com­mer­cianti e alber­ga­tori, in gra­do di seguire insieme lo stes­so per­cor­so. L’al­tra sera le più get­to­nate era­no le moto e le auto d’e­poca, e le Fer­rari, orga­niz­zate dal locale club delle «rosse» di Maranel­lo. Decine di ban­car­elle di arti­giani han­no riem­pi­to invece piaz­za del Mer­ca­to. Nel­l’al­ber­go «Flori­da» o al «Cacios­alume» si sono anche tenu­ti rin­fres­chi. Infine, alcu­ni clown accom­pa­g­nati da musicisti han­no alli­eta­to con scherzi e brani musi­cali l’indi­men­ti­ca­bile ser­a­ta di Colom­bare. Che da oggi ha ripreso ad essere per­cor­sa in entram­bi i sen­si di mar­cia, dopo un breve peri­o­do in cui era sta­to introdot­to il sen­so uni­co in direzione di Sirmione. Un ritorno all’an­ti­ca, det­ta­to solo dal­la neces­sità di sis­temare la . Poi, con il prossi­mo anno, via Colom­bare tornerà al sen­so uni­co e, sicu­ra­mente, anche alla pedonal­iz­zazione in alcune occasioni.

Parole chiave: