La Provincia: serve uno studio per trovare la soluzione migliore

Come deviare i fanghi dal Mincio Summit sul Depuratore del Garda

23/03/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Uno stu­dio di fat­tibil­ità per scegliere la soluzione più sosteni­bile dal pun­to di vista ambi­en­tale ed eco­nom­i­co in gra­do di ridurre gli scarichi che dal depu­ra­tore del Gar­da finis­cono nel Min­cio. E’ il suc­co del doc­u­men­to che la Provin­cia di Man­to­va pre­sen­ta oggi a quelle di Bres­cia e Verona, al Par­co del Min­cio, ai gestori del depu­ra­tore garde­sano, ad Aipo, Con­sorzio del Min­cio e Comune di Peschiera nel ver­tice che si ter­rà pro­prio a Peschiera. «E’ la pri­ma vol­ta che si dis­cute su una boz­za in cui vi è con­tenu­to qual­cosa di con­cre­to per risol­vere il prob­le­ma dell’inquinamento del Min­cio e dei laghi di Man­to­va indot­to dall’impianto garde­sano» affer­ma l’assessore all’ambiente del­la Provin­cia, Gior­gio Rebuschi. «Fino­ra — aggiunge l’amministratore — si è sem­pre dis­cus­so di deviare gli scarichi ma non si è mai entrati nel mer­i­to. Ecco, oggi final­mente si cominecrà a dis­cutere sul­la neces­sità di effet­tuare uno stu­dio che ci dia, poi, la pos­si­bil­ità di scegliere la soluzione migliore. Spero che l’accordo tra gli enti si tro­vi subito, ma se ci vor­rà qualche altra riu­nione, poco male». La Provin­cia vir­giliana non priv­i­le­gia una soluzione rispet­to ad un’altra per arrivare all’obiettivo del­la riduzione dei reflui che finis­cono nel Min­cio: «Appog­ger­e­mo la soluzione migliore e più sosteni­bile dal pun­to di vista eco­nom­i­co e ambi­en­tale, e sarà lo stu­dio ad indi­carcela- insiste Rebuschi -. Io fac­cio il tifo per­chè si tro­vi un accor­do che fac­cia par­tire quel­lo stu­dio; se ci rius­cis­si­mo, sarebbe un gran bel pas­so in avan­ti». Rebuschi è ottimista: «Il nos­tro doc­u­men­to — spie­ga — è in lin­ea con quel­lo fir­ma­to nel 2006 dai tre pres­i­den­ti delle Province di Man­to­va, Verona e Bres­cia sul­la rego­lazione dei liv­el­li del Gar­da, e che già con­tene­va pro­poste per la devi­azione dei reflui del depu­ra­tore». Del­la par­ti­ta oggi a Peschiera sarà anche il pres­i­dente del Par­co del Min­cio, Alessan­dro Benat­ti: «L’unica ipote­si sul tap­peto — dice -, al momen­to real­iz­z­abile e a poco cos­to, è quel­la che prevede la devi­azione dei reflui, che oggi finis­cono tut­ti nel Min­cio, anche nei canali Seri­o­la e Vir­gilio. Sarebbe solo da decidere in che per­centuale e si potrebbe ragionare su un 50% di scarichi nel Min­cio, il 30% nel Vir­gilio e il 20 nel Seri­o­la. Pen­so che dovre­mo con­cen­trar­ci per portare a casa questo; solo dopo potremo intrapren­dere altre strade per poten­ziare la capac­ità depu­ra­ti­va del sis­tema».