Come si svagano gli italiani online?

21/06/2019 in Attualità
Di Redazione

Gli ital­iani con­nes­si a Inter­net sono sem­pre di più. Ogni giorno, cresce il numero di per­sone che uti­liz­za la rete per svari­ate attiv­ità. Bas­ta clic­care qui, per ren­der­si con­to in modo in cui ci si può diver­tire facil­mente in rete e alla fine, anche comoda­mente da casa si può trovare un momen­to di sva­go e di diver­ti­men­to. In realtà però, attra­ver­so anche l’u­ti­liz­zo dei dis­pos­i­tivi mobili, gli ital­iani usano la rete per le attiv­ità più dis­parate. Dai social net­work alla con­di­vi­sione, fino poi ad arrivare anche al mon­do del­l’in­trat­ten­i­men­to. Gli ital­iani fan­no davvero qualunque tipo di attiv­ità attra­ver­so il mon­do dig­i­tale.

Le prin­ci­pali attiv­ità degli ital­iani in rete

Sen­za ombra di dub­bio l’u­ti­liz­zo dei social net­work. What­sapp, Youtube, Insta­gram e Face­book nonchè Twit­ter e Google search, sono in asso­lu­to i siti mag­gior­mente vis­i­tati dagli ital­iani. Gra­zie a questi stru­men­ti, sec­on­do l’indagine di Com­score, gli ital­iani van­no a nav­i­gare soprat­tut­to con­cen­tran­dosi su un intrat­ten­i­men­to. Lo fan­no attra­ver­so i social net­work e attra­ver­so i motori di ricer­ca. Il mon­do del games, sot­to questo aspet­to, ha sem­pre un canale priv­i­le­gia­to. Gli ital­iani ado­ra­no gio­care, non lo fan­no più solo ed esclu­si­va­mente attra­ver­so le sale slot, ma anche attra­ver­so quel­li che sono i prin­ci­pali piattaforme online. Quel­li legali, garan­ti­ta del­l’A­gen­zia Dogane e Monop­o­li che per­me­t­tono diver­ti­men­to sano e duraturo nel tem­po. Inoltre, gli ital­iani amano sicu­ra­mente anche infor­mar­si attra­ver­so la rete. I siti di notizie, quel­li più o meno famosi, ven­gono pre­si d’as­salto ogni giorno da migli­a­ia e migli­a­ia di uten­ti che vogliono restare al pas­so con le notizie e con gli uten­ti. Inoltre, anche il mon­do del­la cuci­na, quel­lo dei viag­gi, il set­tore video e musi­ca, sono molto dif­fusi tra gli ital­iani che vogliono restare sem­pre al pas­so con i tem­pi da qualunque pos­to si trovano. Le infor­mazioni più dif­fuse sono anche quelle in mer­i­to a lifestyle, fash­ion and food oltre che la cronaca.

I dati sug­li ital­iani on line

Sono cir­ca 38,6 mil­ioni di Ital­iani che fan­no uso di inter­net in maniera con­tin­u­a­ti­va e si trat­ta di una per­centuale che è cresci­u­ta almeno in tre pun­ti nel cor­so degli ulti­mi due anni. Da dicem­bre 2017 di oggi, sono almeno 31 mil­ioni di uten­ti che han­no uti­liz­za­to inter­net in maniera quo­tid­i­ana. Col­oro che uti­liz­zano inter­net si trovano in una fas­cia di età com­pre­sa tra i 18 ei 25 anni e lo fan­no anche attra­ver­so i dis­pos­i­tivi mobili. Come già accen­na­to, gli uten­ti sono davvero numerosi. In par­ti­co­lare, cir­ca il 43% degli uten­ti del­la rete uti­liz­za i social net­work come Face­book oppure inter­net. La dif­fu­sione prin­ci­pale di con­tenu­ti è quel­la rel­a­ti­va ai video virali, tan­to è che in ques­ta clas­si­fi­ca rien­tra anche Net­flix. Un’al­tra attiv­ità sig­ni­fica­ti­va per l’u­ti­liz­zo di inter­net in Italia riguar­da cir­ca 25,6 mil­ioni di Ital­iani che uti­liz­zano il Dig­i­tal bank­ing. L’Home bank­ing è un ques­ta nuo­va tipolo­gia di con­to che per­me­tte la ges­tione diret­ta­mente da casa e cir­ca 25 mil­ioni di Ital­iani lo uti­liz­zano. Inoltre, è anche bene sot­to­lin­eare come gli ital­iani si siano affezionati sem­pre di più all’u­ti­liz­zo del­la piattafor­ma YouTube. Attra­ver­so YouTube si fa qualunque tipo di attiv­ità infat­ti, la con­di­vi­sione dei video rel­a­tivi a tuto­r­i­al, musi­ca, infor­mazione sono per­cepi­ti ogni giorno da migli­a­ia di uten­ti che con­di­vi­dono e inter­agis­cono tra loro anche gra­zie alla dif­fu­sione di questi con­tenu­ti mul­ti­me­di­ali.

Una nuo­va fet­ta di uten­ti in rete, l’e-com­merce

Gli ital­iani sono diven­tati dei con­suma­tori abi­tu­di­nari di e‑commerce. Infat­ti, sono sem­pre di più gli ital­iani, cir­ca il 20%, che decide di optare per l’ac­quis­to in rete. Gra­zie a prezzi più van­tag­giosi, scon­ti spet­ta­co­lari, con­tinui sal­di, gli uten­ti stan­no sceglien­do sem­pre di più la rete per fare i pro­pri acquisti. Ques­ta ten­den­za è cresci­u­ta molto nel cor­so degli ulti­mi due anni, tan­t’è che la per­centuale di ven­dite si è alza­ta di 15 pun­ti. Questo fa capire che gli ital­iani si stan­no avvic­i­nan­do sem­pre di più anche allo shop­ping online. Lo shop­ping avviene attra­ver­so i prin­ci­pali colos­si inter­nazion­ali degli e‑commenrce. Ad incen­ti­vare il set­tore, è il fat­to che in Italia si tende a dare impor­tan­za al mon­do del­l’on­line anche attra­ver­so una sem­pli­fi­cazione da un pun­to di vista nor­ma­ti­vo per l’aper­tu­ra di una shop­ping in rete.

L’ul­ti­ma fron­tiera di inter­net, il lavoro

Sem­br­erebbe stra­no però, una delle attiv­ità mag­gior­mente svolte dagli ital­iani in rete è anche quel­la del lavoro. Cir­ca il 3% degli ital­iani ogni giorno lavo­ra attra­ver­so il web e lo fa uti­liz­zan­do delle piattaforme di con­di­vi­sione oppure email, file con­di­visi e fogli da lavoro. Anche il fenom­e­no dei noma­di dig­i­tali, la nuo­va gen­er­azione di lavo­ra­tori che uti­liz­za il web delle pro­fes­sioni che fino a qualche anno fa non esiste­vano, sem­bra net­ta­mente in cresci­ta in Italia e uti­liz­za la piattafor­ma glob­ale per cer­care di essere anco­ra più incen­ti­va­ta sot­to questo aspet­to.