Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica a Desenzano: attivato prossimamente il Piano di controllo coordinato del territorio

Di Redazione

 

Oggi, pres­so il Castel­lo del­la cit­tà di Desen­zano si è tenu­ta una riu­nione, del Comi­ta­to per l’or­dine e la sicurez­za pub­bli­ca pre­siedu­to dal prefet­to di Bres­cia Annun­zi­a­to Vardè al quale han­no pre­so parte, fra gli altri, il sin­da­co , il Que­store, Vin­cen­zo Cia­ram­bi­no, il tenente-colon­nel­lo Oreste Gargano per il coman­do provin­ciale dei , il coman­dante provin­ciale del­la Gdf colon­nel­lo Sal­va­tore Rus­so. E anco­ra Giuseppe San­tuc­ci delle Fiamme Gialle di Desen­zano e Car­lo Alber­to Pres­ic­ci coman­dante del­la , il diri­gente del com­mis­sari­a­to Bruno Pagani e in fine il coman­dante del­la com­pag­nia dei cara­binieri Mas­si­mo Cicala.

 

Nei pri­mi nove mesi del­l’an­no a Desen­zano del Gar­da, com­p­lessi­va­mente i reati sono dimi­nu­iti di cir­ca il 20%: è quan­to emerge dai dati resi noti dal­la Prefet­tura con­frontan­do il peri­o­do gen­naio-set­tem­bre 2016 con quel­lo del 2017. In par­ti­co­lare i fur­ti in abitazione si sono ridot­ti di qua­si il 40%, quel­li delle auto del 27,50%, gli scip­pi del 66%; le rap­ine nei negozi sono calate dell’83% e quelle nelle abitazione del 40%. Sono aumen­tati del 37,5% invece le truffe e le fro­di infor­matiche e del 15% i cosid­det­ti fur­ti con destrezza.

Il Comi­ta­to nel pren­dere atto del­la impor­tante dimin­uzione del­la delit­tu­osità dei reati reg­is­tra­ta nel 2017 ha con­sid­er­a­to che la situ­azione del­l’or­dine e sicurez­za pub­bli­ca nel­la cit­tà di Desen­zano non des­ta par­ti­co­lare allarme e per­al­tro,  come con­venu­to anche dai con­siglieri comu­nali pre­sen­ti all’in­con­tro, gli autori degli  episo­di delit­tu­osi  ver­ifi­cate­si nei mesi estivi che han­no cre­ato pre­oc­cu­pazione nel­la comu­nità,  sono sta­ti imme­diati individuati.

Nel cor­so dell’incontro si è data notizia del fat­to che ver­rà a breve atti­va­to il Piano di con­trol­lo coor­di­na­to del ter­ri­to­rio analoga­mente a quan­to già avviene nel­la cit­tà di Brescia.

Abbi­amo ril­e­va­to una dimin­uzione dei reati – ha spie­ga­to Vardè -. Non esiste un par­ti­co­lare allarme. Sti­amo lavo­ran­do all’at­ti­vazione di un Piano  di con­trol­lo coor­di­na­to del ter­ri­to­rio per una migliore uti­liz­zazione delle forze di polizia. Ci sarà un costante pre­sidio  nelle 24 ore fra cara­binieri, e Locale, e . Un sis­tema già atti­va­to a Bres­cia e ora anche a Desen­zano”. “I dati dimostra­no ampia­mente una situ­azione di nor­mal­ità – ha con­corda­to Cia­ram­bi­no -. C’è un regres­so soprat­tut­to dei reati quel­li che cre­ano mag­giore scalpore”.

Il Prefet­to ha infat­ti seg­nala­to che il Piano di con­trol­lo coor­di­na­to del ter­ri­to­rio è al momen­to avvi­a­to uni­ca­mente nel­la cit­tà capolu­o­go e ver­rà atti­va­to anche a Desen­zano atte­sa la con­tes­tuale pre­sen­za del­la Com­pag­nia dei Cara­binieri ed il Com­mis­sari­a­to del­la Polizia di Stato.

Anche se i dati sono pos­i­tivi ‚come sin­da­co non mi sen­to soll­e­va­to — com­men­ta Gui­do Mal­in­ver­no -, ho l’ob­bli­go morale ver­so i mei cit­ta­di­ni di impeg­n­ar­mi sem­pre di più sul­la sicurez­za. Per altro la sicurez­za è sta­ta uno dei pun­ti fon­da­men­tali del­la mia cam­pagna elet­torale, ad oggi come ammin­is­trazione comu­nale sti­amo por­tan­do a ter­mine un piano di deco­ro e di illu­mi­nazione in tutte le zone critiche del­la cit­tà impor­tan­ti deter­ren­ti con­tro la crim­i­nal­ità. Non abbi­amo gran­di risorse come Comune ma abbi­amo la for­tu­na di avere un com­mis­sari­a­to di polizia, un coman­do dei cara­binieri, la guardia di finan­za e la polizia locale tutte realtà che fan­no da garante alla sicurez­za del­la nos­tra comuni.

Il Prefet­to Vardè ha inoltre accolto pos­i­ti­va­mente l’in­ten­to del­l’am­min­is­trazione di avviare inizia­tive di sicurez­za parte­ci­pa­ta quali il con­trol­lo di vicinato