Il senso unico di via Marconi è motivo d’attrito tra la Confcommercio e l’amministrazione comunale

Commercianti al sindaco«Si cambi la viabilità»

Di Luca Delpozzo
Alessandro Foroni

Anco­ra com­mer­cianti sul piede di guer­ra con il Comune per il tim­o­re che la nuo­va via­bil­ità pos­sa iso­lare il cen­tro. Dove­va essere una ques­tione di poche set­ti­mane l’installazione di una roton­da in piaz­za­le Vit­to­rio Vene­to. E anche di un semaforo che per­me­ttesse di effet­tuare un sen­so uni­co alter­na­to, semaforo che avrebbe sos­ti­tu­ito quel­lo di via Mar­coni (stra­da attual­mente a sen­so uni­co dal cen­tro ad uscire ver­so Vil­lafran­ca). Infat­ti ad inizio giug­no il sin­da­co, Albi­no Pezzi­ni, durante una riu­nione che vede­va pre­sen­ti l’assessore alla via­bil­ità, Gio­van­ni Piz­za­miglio, l’assessore al com­mer­cio, Gio­van­ni Verone­si e Gian­ni Tur­ri­ni, pres­i­dente del­la Con­com­mer­cio locale, con una trenti­na di com­mer­cianti, s’era espres­so per un veloce cam­bi­a­men­to del­la situ­azione. Adesso, a dis­tan­za di qua­si due mesi e vis­to che i lavori non sono par­ti­ti i com­mer­cianti chiedono con­to di questo ritar­do, con una let­tera gar­ba­ta, ma dai toni fermi.«Nulla di quan­to ci era sta­to promes­so», scrive Tur­ri­ni a nome dei suoi asso­ciati, «è sta­to effet­ti­va­mente fat­to. La sta­gione esti­va ormai è com­pro­mes­sa e le ferie estive sono al cul­mine. Ora anche l’amministrazione comu­nale andrà in vacan­za, sen­za aver risolto il problema».Poi la Con­f­com­mer­cio locale mette le mani avan­ti: «Non vor­rem­mo sen­tir­ci rispon­dere dall’amministrazione che “ci sti­amo lavo­ran­do” oppure che “la buro­crazia neces­si­ta di tem­pi lunghi”, ma vor­rem­mo avere delle risposte con­crete e soprat­tut­to delle azioni tan­gi­bili». Infine Tur­ri­ni rimar­ca la neces­sità di stu­di sul­la via­bil­ità ed aus­pi­ca che lo si fac­cia in par­ti­co­lare per le prossime lottizzazioni.Pronta la repli­ca del sin­da­co Pezzi­ni: «I lavori con­cer­tati nel­la riu­nione di giug­no e rel­a­tivi alla roton­da di piaz­za­le Vit­to­rio Vene­to inizier­an­no tra pochi giorni, superati alcu­ni intop­pi buro­crati­ci. Inoltre, come richiesto in tale riu­nione, ver­rà inver­ti­to il sen­so uni­co di via Mar­coni e la roton­da provvi­so­ria con­sen­tirà la ver­i­fi­ca del­la soluzione defin­i­ti­va più idonea da real­iz­zare in tem­pi bre­vi. Purtrop­po i tem­pi degli uffi­ci ed altre emer­gen­ze, come quel­la dell’amianto alla scuo­la media, non c’hanno per­me­s­so di giun­gere pri­ma a questo risultato».Poi il sin­da­co aggiunge: «Mi aspet­to dal Pat (Piano di asset­to ter­ri­to­ri­ale) un’attenzione par­ti­co­lare al tema del­la via­bil­ità per affrontare i nodi irrisolti». Uno di questi sarà senz’altro, soprat­tut­to alla domeni­ca, l’incrociarsi del flus­so di traf­fi­co prove­niente da Vil­lafran­ca, con quel­lo di chi proviene da Borghet­to e da Peschiera, cosa che ha spin­to più d’uno a con­sigliare l’istituzione di un sen­so uni­co anche in via Murari (dal cen­tro in direzione Peschiera o vicev­er­sa). «Per il momen­to il sen­so uni­co in via Murari non è pre­vis­to», affer­ma il sindaco.Dubbi per­man­gono a Gio­van­ni Piz­za­miglio, vicesin­da­co ed asses­sore alla via­bil­ità: «Ho las­ci­a­to il pas­so al sin­da­co che ha volu­to seguire in pri­ma per­sona ques­ta vicen­da, ma con­tin­uo a pen­sare che, per ragioni tec­niche, era meglio il sen­so uni­co esistente e che sarebbe utile anche un sen­so uni­co in via Murari».