Un rivano da 50 anni a Torino ha scritto al sindaco per esprimere il suo apprezzamento

«Complimenti, il museo è molto bello»

11/10/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giulio Poli

RIVA. Alle critiche, uno che fa il sin­da­co c’è abit­u­a­to. I com­pli­men­ti, invece, fan­no sem­pre piacere. Ecco la let­tera arriva­ta a Cesare Mal­ossi­ni: «Egre­gio sign­or sin­da­co, sono un vec­chio rivano emi­gra­to a Tori­no qua­si mez­zo sec­o­lo fa: ci siamo conosciu­ti l’es­tate scor­sa pro­prio in piaz­za 3 Novem­bre di fronte al suo Munici­pio, men­tre assis­te­va­mo al finale del­lo spet­ta­co­lo di stra­da per i Mar­tiri del 28 giug­no 1944. Oggi le scri­vo per una cosa diversa.Giorni fa ero a Riva e sono anda­to al per vedere la mostra del ritrat­to, così ho approf­itta­to per salire al piano supe­ri­ore e ho potu­to ammi­rare (è questo il ver­bo gius­to) la bel­lis­si­ma espo­sizione dei reper­ti arch­e­l­ogi­ci con­ser­vati dal museo rivano e l’in­tel­li­gente e com­pe­tente mostra su alcu­ni aspet­ti del­la sto­ria rivana.Volevo comu­ni­car­le queste mie impres­sioni e con­grat­u­lar­mi con la sua ammin­is­trazione che cer­ta­mente ha pro­mosso e sti­mo­la­to questo.Colgo infine l’oc­ca­sione per seg­nalare l’in­ter­esse, per i rivani ma non solo per loro, che potrebbe avere il riordi­no e l’e­s­po­sizione del­la grande quan­tità di mate­ri­ali di carat­tere stori­co locale del­l’Ot­to­cen­to e del Nove­cen­to con­ser­va­to nel museo: e — a mio giudizio — ques­ta espo­sizione potrebbe far giun­gere al museo molto altro mate­ri­ale con­ser­va­to nelle case delle vec­chie famiglie rivane.

Parole chiave: