Domattina l’insediamento a Villa Mirabella, nel complesso del Vittoriale

Comunità del Garda, è trasloco

22/11/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Domani la sede del­la si trasferirà all’interno del Vit­to­ri­ale, andan­do a occu­pare Vil­la Mirabel­la. L’ente che rag­grup­pa i comu­ni riv­ieraschi lascerà quin­di l’edificio sit­u­a­to nei gia­r­di­ni di fronte al Gran Hotel di Gar­done Riv­iera, per il quale paga­va l’affitto al munici­pio (pro­pri­etario). Nell’occasione Vil­la Mirabel­la sarà ria­per­ta dopo gli inter­ven­ti di restau­ro real­iz­za­ti col con­trib­u­to del­la , in segui­to ai dan­ni subiti dal ter­re­mo­to del 24 novem­bre 2004.Dopo il salu­to del sin­da­co Alessan­dro Baz­zani (ore 10, nell’auditorium), par­ler­an­no Anna­maria Andreoli, pres­i­dente del Vit­to­ri­ale, Aventi­no Frau (pres­i­dente del­la Comu­nità), (Cam­era di Com­mer­cio di Bres­cia) e Alber­to Cav­al­li (Provin­cia di Brescia).Alle 11.30 ver­rà tribuito a Vit­to­rio Pir­lo il riconosci­men­to di «Ben­e­mer­i­to del lago». A mez­zo­giorno l’insediamento nel­la nuo­va sede. La Civielle, can­tine del­la Valte­n­e­si e del­la Lugana, offrirà un aperitivo.Villa Mirabel­la è sta­ta la dimo­ra del­la moglie di , Maria Hardouin, dei Duchi di Gallese, principes­sa di Mon­tenevoso. Dal 1989 ospi­ta quadri di Gre­go­rio Scilt­ian. Il pit­tore, di orig­ine arme­na che las­ciò Ros­tov nel 1919 e dopo una serie di mostre in tut­to il mon­do, si sta­bilì a Morgna­ga e las­cio i suoi dip­in­ti. Per quan­to riguar­da Pir­lo, il far­ma­cista per eccel­len­za, è sta­to sin­da­co di Salò dal 1955 al ’60, pres­i­dente del­l’azien­da autono­ma di sog­giorno dal ’77 all’86, e dell’Ateneo per una deci­na di anni. Asses­sore allo sport e al tur­is­mo di Gar­done Riv­iera, ha sem­pre avu­to un debole per D’An­nun­zio, di cui con­ser­va mano­scrit­ti, fotografie e doc­u­men­ti (lo zio di Pir­lo, Anto­nio Duse, è sta­to il medico del poeta). È sta­to orga­niz­za­tore delle Olimpia­di di Roma per il can­ot­tag­gio. Com­menda­tore del­la Repub­bli­ca, ha rice­vu­to anche la Stel­la al mer­i­to sporti­vo del Coni.