Dopo Brenzone anche Valvestino riabbraccia la Comunità del Garda

Comunità del Garda informa

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La Comu­nità deve affrontare il futuro del Gar­da, deve occu­par­si di una visione gen­erale del ter­ri­to­rio come di un unicum, deve esprimere un grande impeg­no di ricer­ca e di pro­pos­ta, come momen­to di parte­ci­pazione e deci­sione”. Dopo un peri­o­do di crisi e di dif­fi­coltà, dal doc­u­men­to politi­co pro­gram­mati­co che il Pres­i­dente, sen. Frau, con il Diret­ti­vo dell’Ente, ha delin­eato, emer­gono le ragioni di un rin­no­va­to impeg­no delle comu­nità gardesane.Tornare tut­ti a sedere intorno al tavo­lo comune per affrontare il futuro del Gar­da, per dare un sen­so forte­mente uni­tario ad uno svilup­po che priv­i­le­gi la qual­ità del­la vita delle nos­tri gen­ti e dei nos­tri ospi­ti e dare alla il suo ruo­lo di coscien­za garde­sana, tor­na ad essere l’obiettivo dei Comu­ni e degli Enti sovra­co­mu­nali che parte­ci­pano alla vita di questo Ente.Ed è questo l’obiettivo delle Ammin­is­trazioni di Bren­zone e Valvesti­no che han­no comu­ni­ca­to la riade­sione alla Comu­nità del Gar­da. Appare in qualche modo emblem­at­i­ca ques­ta deci­sione per­ché dimostra quan­to sia anco­ra attuale l’esigenza, di ritrovar­si, di con­frontar­si, di rap­por­tar­si su uni­co piano. Del­la stes­sa opin­ione anche Gargnano che, con altri Comu­ni rece­du­ti negli anni pas­sati, è in procin­to di ricon­fer­mare la pro­pria con­di­vi­sione di questo grande progetto.

Parole chiave: