Domenica 2 maggio promosso dall'Amministrazione Comunale

Concerto di primavera al Vittoriale degli italiani

Di Luca Delpozzo

 Domeni­ca, 2 mag­gio, alle 21, nell’Auditorium del a Gar­done Riv­iera appun­ta­men­to con la grande musi­ca lir­i­ca e sin­fon­i­ca per il “Con­cer­to di Pri­mav­era” pro­mosso ed orga­niz­za­to dal­la Ammin­is­trazione comu­nale locale. Sul pal­co il sopra­no Sil­via Mapel­li ed il tenore Lui­gi Albani, due voci scaligere, con la Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra, diret­ti dal m° Gio­van­na Sor­bi. L’ingresso è libero.Il pro­gram­ma prevede l’esecuzione di ouver­tures e cele­bri arie trat­te dalle gran­di opere liriche del­la tradizione ital­iana: nel­la pri­ma parte si ascolter­an­no il Pre­lu­dio ed il Brin­disi  da “La Travi­a­ta” di , l’aria di Leono­ra “Tacea la notte placi­da” da “Il Trova­tore”, sem­pre di Giuseppe Ver­di, quin­di, da “La Boheme” di Gia­co­mo Puc­ci­ni, “Che gel­i­da man­i­na”, “Mi chia­mano Mimì”, “O soave fan­ci­ul­la”; a chi­ud­ere la pri­ma parte sarà l’orchestra con la bel­lis­si­ma Sin­fo­nia da “Nabuc­co” di Giuseppe Verdi.Nella sec­on­da parte si inizia con la Sin­fo­nia d’apertura da “I Vespri Sicil­iani” di Giuseppe Ver­di; anco­ra Ver­di per l’aria “De’ miei bol­len­ti spir­i­ti”, quin­di due cele­ber­rime arie dal­la Tosca di Puc­ci­ni “Vis­si d’arte” e “E lucean le stelle…”; un grande duet­to di voci poi per “Pari­gi o cara…” da “La Travi­a­ta” di Giuseppe Ver­di; con­clude il con­cer­to la mer­av­igliosa Sin­fo­nia da “La Forza del Des­ti­no” di Verdi.Prosegue dunque felice­mente la col­lab­o­razione tra il Comune di Gar­done Riv­iera e la Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra, che, inizia­ta lo scor­so Natale, con un con­cer­to sin­fon­i­co sem­pre nell’Auditorium del Vit­to­ri­ale, prevede un per­cor­so musi­cale, che si svilup­perà attra­ver­so la propo­sizione di con­cer­ti di alto liv­el­lo nel Vit­to­ri­ale e nelle chiese dell’Alto Gar­da, spazian­do dal­la musi­ca sin­fon­i­ca, alla lir­i­ca, sacra e barocca.Il con­cer­to offre l’occasione di ascoltare, oltre alla nota ed apprez­za­ta voce del sopra­no berga­m­as­co Sil­via Mapel­li, che col­lab­o­ra sta­bil­mente con la Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra e con il m° Gio­van­na Sor­bi, anche il gio­vane tenore Lui­gi Albani, pure berga­m­as­co, uni­co vinci­tore dell’ultimo Con­cor­so inter­nazionale per voci del Teatro alla Scala di . Albani, è diplo­ma­to in pianoforte e can­to nei con­ser­va­tori di Bres­cia e Berg­amo. Svolge tra il 2001 e il 2006 attiv­ità sta­bile pres­so il teatro Donizetti di Berg­amo e il comu­nale di Pia­cen­za. Inten­sa l’attività di col­lab­o­razione con numerosi teatri tra i quali il Car­lo Felice di Gen­o­va, il Grande di Bres­cia, il Comu­nale di Mod­e­na. Si ded­i­ca sia al reper­to­rio operi­s­ti­co che cameris­ti­co e sacro parte­ci­pan­do come solista alle pro­duzioni di affer­mate for­mazioni corali e stru­men­tali. Nell’anno 2006 debut­ta come solista al Teatro Donizetti   nel­la sta­gione autun­nale nelle opere di Rober­to Dev­ereux,  Anna Bole­na, Lucia di Lam­mer­moor che lo impeg­nano in una tournée in Giap­pone, dove si esi­bisce nelle più impor­tan­ti cit­tà come Yoko­hama, Ozu, Nagoya, Tokyo. Ha vin­to per tre volte con­sec­u­tive l’audizione all’ come artista del coro posizio­nan­dosi al pri­mo pos­to parte­ci­pan­do cosi al Fes­ti­val Are­ni­ano. Il 9 giug­no 2007 vince il Con­cor­so Inter­nazionale per artisti del coro del Teatro alla Scala, diven­tan­do artista sta­bile.