A "Clusanina" di Clusane d’Iseo il Trofeo 2009

Conclusa la 42a edizione del Campionato Bisse “Bandiera del Lago”

Di Luca Delpozzo

Comu­ni­ca­to stam­pa Rega­ta di finale Desen­zano del Gar­da 08 agos­to 2009Si è con­clusa la 42° edi­zione del Cam­pi­ona­to Bisse “Bandiera del Lago” 2009 con la IX rega­ta sulle acque anti­s­tan­ti il lun­go­la­go di Desen­zano del Gar­da in una ser­a­ta inizia­ta con una fol­cloris­ti­ca sfi­la­ta a ter­ra di trenta sbandier­a­tori prove­ni­en­ti da Pado­va, dei musi­ci, dei fig­u­ran­ti in cos­tu­mi d’epoca veneziani pre­ce­du­ti dal Doge e dal­la Dog­a­res­sa, dei voga­tori nelle divise dei rispet­tivi col­ori sociali segui­ti dai Pres­i­den­ti dei vari Grup­pi che han­no parte­ci­pa­to a questo Campionato.In una cor­nice di pub­bli­co eccezionale sono iniziate le regate che dove­vano definire in un’unica gara i vinci­tori dei tre Tro­fei di cat­e­go­ria mes­si in palio per il Grup­po C dal Coor­di­na­men­to Nazionale delle Remiere di , per il Grup­po B dal­la e per il Grup­po A dal­la Cit­tà di Desen­zano vis­to che la Bandiera del Lago era sta­ta già vin­ta con una gara d’anticipo dal­la Clu­san­i­na di Clu­sane d’Iseo a Bar­dolino saba­to scorso.Nella pri­ma bat­te­ria, a due terzi dell’ultimo ret­ti­li­neo, la Vil­lanel­la di Gargnano, che con­duce­va abbas­tan­za net­ta­mente la rega­ta, a causa di un pro­gres­si­vo aumen­to del moto ondoso, nel­la foga del rush finale, perde­va un voga­tore che cade­va in acqua; assi­cu­ratisi dell’incolumità del com­pag­no e spin­ti dal suo stes­so inci­ta­men­to l’equipaggio dei tre rimasti in bar­ca ripren­de­va la rega­ta rius­cen­do a resistere, fino all’arrivo, alla rimon­ta del­la Sirenet­ta di Gar­done Riv­iera che giunge­va sec­on­da a pochissi­ma dis­tan­za. Nell’ordine poi tagli­a­vano il tra­guar­do la Peschiera di Peschiera, la Serenis­si­ma di Salò e la Laci­si­um di Lazise.Di fronte ad un pub­bli­co entu­si­as­ta per la per­for­mance delle imbar­cazioni del Grup­po C e in un cam­po di rega­ta dove il ven­to e l’onda con­tin­u­a­vano ad aumentare e a cam­biare il favore delle boe scelte dagli equipag­gi, sec­on­do il Rego­la­men­to del­la Rega­ta di Finale, è sta­to dato il via alla sec­on­da bat­te­ria che ha vis­to impor­si l’outsider Preon­da di Bar­dolino che ha pre­ce­du­to la favorita del­la vig­ilia la Car­mag­no­la di Clu­sane di Iseo; a seguire la Bir­ba di Lazise, la Fos­ca­ri­na di Gar­done Riv­iera, la Ca’ Da Mosto di Desen­zano del Gar­da e la Parati­co di Clu­sane di Iseo giun­ta con un notev­ole ritar­do per aver per­so durante il per­cor­so un pro­prio rema­tore cadu­to in acqua a causa dell’equilibrio insta­bile dell’imbarcazione in tali con­dizioni atmos­feriche e soc­cor­so dal­la bar­ca d’appoggio mes­sa a dis­po­sizione dell’organizzazione.All’inizio del­la terza bat­te­ria, Grup­po A, viste le con­dizioni atmos­feriche in con­tin­uo peg­gio­ra­men­to, la Giuria ha con­sul­ta­to i voga­tori sull’opportunità di far par­tire la rega­ta o meno e solo in segui­to ad un loro parere favorev­ole è sta­to dato il via, ma dopo il pri­mo giro di boa la situ­azione è pre­cip­i­ta­ta e la giuria di Rega­ta, dopo una breve con­sul­tazione, ha deciso di dimez­zare la gara ponen­do l’arrivo al ter­mine dei pri­mi due ret­ti­linei. Si è impos­ta così a sor­pre­sa la Ichtya di Peschiera del Gar­da che ha pre­ce­du­to all’arrivo una delle due favorite la Clu­san­i­na di Clu­sane di Iseo rel­e­ga­ta in ses­ta boa, terza la Bar­dolino di Bar­dolino, quar­ta la regi­na Ade­laide di Gar­da altra grande favorita, quin­ta la Gar­da sec­on­da bis­sa di Gar­da e ses­ta la Sant’Angela Meri­ci di Desen­zano del Garda.Se dunque il ven­to e il moto ondoso han­no cer­ca­to in qualche modo di rimesco­lare i val­ori espres­si dalle imbar­cazioni durante tut­to il Cam­pi­ona­to non sono cer­ta­mente rius­ci­ti a rib­altare una situ­azione di clas­si­fi­ca che si era già deter­mi­na­ta nel­la penul­ti­ma rega­ta di Bar­dolino e che ave­va con­sacra­to la Clu­san­i­na di Clu­sane di Iseo vincitrice per la ses­ta vol­ta nel­la sua sto­ria dell’ambitissima Bandiera del Lago; damigelle d’onore sul podio la Regi­na Ade­laide di Gar­da e la Bar­dolino di Bar­dolino clas­sifi­cate­si nell’ordine.In piaz­za Malvezzi, alla pre­sen­za delle autorità locali, rap­p­re­sen­tate dall’Assessore alla Cul­tura Emanuele Gius­tac­chi­ni, dei due Sin­daci di Parati­co e di Iseo e dell’Assessore allo Sport del­la Dott. Pier Gian­ni Pros­peri­ni, si sono svolte le pre­mi­azioni che sono cul­mi­nate con la con­seg­na uffi­ciale del­la Bandiera del Lago 2009 alla Clu­san­i­na di Clu­sane di Iseo fes­teggia­ta dai numero­sis­si­mi sosten­i­tori giun­ti a Desen­zano dal Sebi­no; com­mosso il loro Pres­i­dente Giuseppe Bosio che ha pre­so il micro­fono per ringraziare i pro­pri rema­tori e tut­ti i presenti.Il prossi­mo appun­ta­men­to sarà la parte­ci­pazione, il 6 set­tem­bre, alla Rega­ta Stor­i­ca di Venezia alla quale, fin dall’anno del­la sua fon­dazione, il 1968, la Lega Bisse del Gar­da è invi­ta­ta ufficialmente.