Conclusa la VI edizione del Filmfestival del Garda

Veronica Maffizzoli, direttrice artistica, e Federico Simi della produzione italiana del vincitore Izlet - A Trip
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Si è conclusa la VI edizione del Filmfestival del Garda,organizzato dalle associazioni culturali Cineforum Feliciano e Quofilm in collaborazione con il webzine Filmagazine.it e i patrocini e i contributi di Comune di San Felice del Benaco, Fondazione ASM, CINIT Cineforum Italiano e di altre istituzioni e con il sostegno degli sponsor.

Dopo cinque giorni di proiezioni ed eventi speciali sempre apprezzati da un pubblico numeroso e dalla critica presente a San Felice del Benaco è stato assegnato al film sloveno “Izen – A trip”, di Nejca Gazvoda, il premio miglior lungometraggio.

Veronica Maffizzoli, direttrice artistica, e Federico Simi della produzione italiana del vincitore Izlet - A Trip

“Il pubblico – spiega Veronica Maffizzoli, direttrice artistica – premia l’opera d’esordio di un regista neanche trentenne, che ha saputo trasporre sul grande schermo, come in ogni road movie che si rispetti, una storia di crescita e formazione giovanile, attraverso un viaggio anche metaforico dove si sviluppano relazioni e confronti interpersonali. Una pellicola fresca, realizzata con un budget ridottissimo e in solo due settimane da un regista il cui debutto era già stato alquanto apprezzato al Festival del Cinema Sloveno”.

Il FilmFestival del Garda 2013 si è snodato in più luoghi di San Felice del Benaco: alla Fondazione Cominelli, all’arena estiva cortile del Municipio, all’auditorium del Santuario Madonna del Carmine e in Piazza a Portese.

“La VI edizione – dice Veronica Maffizzoli, direttrice artistica – è stata un successo che conferma come il Filmfestival del Garda sia una macchina ben rodata, con prestigiose collaborazioni e tanti, capace ogni volta, anche grazie ai tanti volontari, di organizzare un appassionante calendario di appuntamenti, unendo i nuovi talenti del panorama cinematografico alle pellicole di un’ambiziosa e interessante retrospettiva quest’anno dedicata ai Balcani.”.

Commenti

commenti