Premiati i migliori madonnari

Conclusione positiva per il 41° Incontro nazionale dei Madonnari.

Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Come sempre grande festa a Grazie di Curtatone per la conclusione dell’incontro dei madonnari che con la loro fantasia e grande esperienza hanno dipinto sul piazzale antistante il Santuario delle Grazie 95 opere.

“La giuria del Concorso 2013 – recita il comunicato ufficiale – è giunta a decisioni unanimi e condivise. Il lavoro è stato all’insegna di un confronto schietto e cordiale, con il preciso obiettivo di premiare il merito e il rispetto del regolamento in essere. Presidente e giurati, costantemente in dialogo costruttivo, hanno cercato anche di interpretare qualità del disegno, stesura del colore, eventuali innovazioni e originalità del dipinto, nel solco della tradizione dei madonnari di Grazie”.

Numerose le sezioni previste dal bando di concorso fra le quali emergono per la sezione “Madonnari qualificatiLiliana Confortini medaglia d’oro e promozione a “Maestro Madonnaro” con la consegna del trofeo del Madonnaro per la durata di un anno; medaglia d’argento a Giorgio Camisani e di bronzo a Valentina Sforzini.

Per i “Maestri Madonnari” medaglia d’oro e quindi prima posizione a Cristina Cottarelli di Mantova con la motivazione: “Ha affrontato con la consueta maestria la riproposizione di un dipinto di un maestro fiammingo riuscendo a conferire un impasto cromatico di alta qualità rispettoso dei piani e dei valori formali. Conoscitore di una tecnica raffinata del gessetto vince con il Martirio di San Sebastiano”.

Seconda posizione, medaglia d’argento, per Mariangela Capra di Mantova per “aver risolto con grande abilità tecnica sia per quanto riguarda il disegno sia per l’uso del colore un soggetto di grande complessità e dimensione. Merita quindi il secondo posto tra i Maestri Madonnari con il Cristo risorto”.

Medaglia di bronzo e quindi terza posizione a Vera Bugatti di Brescia perché “Con l’utilizzo di una tavolozza calda e brillante ha affrontato con sicurezza il tema proposto dal protovangelo di Giacomo della presentazione al tempio di Maria bambina. Merita quindi il terzo posto tra i Maestri Madonnari”.

Commenti

commenti